"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

giovedì 16 settembre 2010

Devo forse cominciare a parlare anche del Melaniese?

Da qualche giorno Melania dice: "ma-mma... ma-mma", non credo lo faccia consapevolmente, ma, visto l'entusiasmo con il quale la cosa è stata presa dalle nonne, mi verrebbe quasi da pensare che sia da considerare come una novità importante e degna di nota, non come un semplice inizio di "lallazione".
Sarò una mamma scettica io, oppure "scottata" dall'esperienza del Miriammese ora prendo le cose molto più con le pinze?
Tant'è.
Insomma, Melania dice mamma.. e questo accorcia notevolmente le distanze con il vocabolario Miriammesco.
Miriam, stai in guardia, che un giorno di questi ti ritrovi ad ascoltare tua sorella che declama qualche poesia del Pascoli: "cavallina, cavallina storna, che portavi colui che non ritorna..." !

Nessun commento:

Posta un commento

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...