"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

domenica 15 dicembre 2013

Se il Natale non esistesse più...

Se il Natale non esistesse più... cosa mi mancherebbe?

Lo stress da regali/traffico/corse/incastri ?
No. Assolutamente No!
Le mangiate?
No. Mangio abbondantemente spesso.
Le riunioni di famiglia.
No. Fortunatamente i miei cari li incontro quando e quanto voglio. Tutti.
L'atmosfera natalizia del: Siamo tutti più buoni?
No. E' finta. Finta e ipocrita.
La neve?
No. Non nevica a Roma, o quantomeno, mai a Natale.

E allora, se il Natale non esistesse più, cosa mi mancherebbe veramente?

Quando ero piccola, adoravo questa festa, ero tutta presa dalla sua magia, dall'aspettativa di qualcosa di straordinario ed eccezionale e puntualmente accadeva, non mi ha mai deluso.. Mi piaceva da matti.
Poi crescendo, ho perso la magia per strada... per poi ritrovarla grazie ai miei figli.
Natale... lo considero tuttora una grande scocciatura: a parte le mille cose dal punto di vista pratico da sbrigare, c'è quella voragine buia del mio animo, da cui cerco di tenermi il più lontana possibile, che, in questo periodo, si fa più vicina. Mi riaffaccio al burrone della nostalgia, della mancanza delle persone care, anzi: della persona cara, che ha lasciato un vuoto immenso. E mi manca ancora di più. In barba al tempo che passa.
Ecco.
Se il Natale non esistesse più, riuscirei forse a tenermi più lontana dal ciglio di quel burrone. Ma mi perderei molto, molto altro: gli occhi scintillanti dei miei bambini quando vedono l'albero di Natale illuminarsi, le loro manine che scartano avide i regali, i loro cori e le poesie di Natale, le loro letterine a Babbo Natale, le loro domande: "Ma Babbo Natale è il nonno di Gesù Bambino?"... ecco.
Se il Natale non esistesse più, mi perderei le emozioni che rivivo con i miei figli. E non è poco. Ripagano di tutta la malinconia e rimandano giù quel groppo in gola che in questo periodo sale, spesso e volentieri.


Questo post partecipa alla Staffetta di Blog in Blog: l'iniziativa mensile tra blog che parlano in sincrono di uno stesso argomento.
Questo mese l'argomento è:Se il Natale venisse cancellato dal calendario, "cosa" rimpiangeremo veramente?
Gli altri partecipanti alla staffetta sono:


1. Mamma & Donna - www.mammaedonna.info
2. Sara NuvolositàVariabile -http://www.nuvolositavariabile.com/
3. Manidimammacarla - http://manidimammacarla.blogspot.it/
13. Carlotta e Tessy - http://www.meetyourmood.com/
18. ilde garritano - www.mammadiludovica.com
19.ilde garritano - www.mammefashon.wordpress.com
22 Mammamari - http://mammamari.it/
23 Beat - Mamma...e ora che faccio? -www.mammaorachefaccio.com

3 commenti:

  1. Ho le stesse emozioni tue. Il Natale è una festa da vivere fino in fondo quando ci sono i bambini, che ce la fanno vedere attraverso i loro occhi. A volte anche a me viene un groppo alla gola ripensando a persone che non ci sono più. Poi però penso che la vita continua e nasceranno bambini per rallegrare i Natali futuri.

    RispondiElimina
  2. Io il Natale l'ho sempre vissuto in primo piano sia quando mio figlio era piccolo che adesso ed adesso è lui che vede il Natale con i miei occhi, l'importante è vedere il Natale a qualsiasi età
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
  3. Sono d'accordo con Norma, l'importante è vedere lo spirito del Natale e non smettere a credere nella sua magia!
    Buone Feste!
    C.

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...