"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

mercoledì 21 marzo 2012

La torta quasi della nonna

Detesto fare la pasta frolla, necessaria per questa torta... e infatti non la faccio!
Però mi piace da matti il sapore delicato e fresco che ha, quindi mi son dovuta inventare un espediente per ovviare il problema e forse ci sono riuscita.

Ovviamente ho "riciclato" la mia ormai collaudatissima torta che faccio in tutte le salse possibili e ne sono rimasta soddisfatta... ormai non mi ferma più nessuno! Di certo per i puristi della torta della nonna la cosa non è affatto accettabile, ma il mio palato e quello di chi l'ha assaggiata sono rimasti veramente soddisfatti!!

Ingredienti

Per la torta:
230g di farina
210g di zucchero
3 uova
250g di ricotta
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
mezza fialetta di aroma all'arancia (facoltativo)
una manciata di pinoli

Per la farcia:
Crema pasticcera non troppo densa... io ho usato il preparato  per crema pasticcera del Molino Chiavazza... PERFETTO!

Procedimento
Sbattere bene le uova con lo zucchero, incorporare la ricotta e il goccio di essenza d'arancia e continuare a montare. A parte mescolare la farina, il lievito e il sale, quindi aggiungere tutto al composto liquido e amalgamare bene. In una teglia ben imburrata versare tutto quanto e cospargere con la manciata di pinoli. Infornare in forno già caldo a 180° per circa 20 minuti abbondanti, in ogni caso consiglio la prova stecchino.

Sfornare e lasciar raffreddare, intanto preparare la crema, non troppo densa, altrimenti la torta risulta troppo asciutta, e far raffreddare anche questa. Dopo di che, tagliare la torta in due dischi e farcirla con la crema e riporre il tutto in frigo per almeno un'oretta prima di servire.




1 commento:

  1. Un'altra che come me odia la pasta frolla (lavorarla)...credimi quando devo fare la crostata o la torta pasticciotto che adoro, la sbatterei vicino al muro...mi si spezza tutta nonostante la metta a rassodare!!!!!! Mi consola il fatto e la torta credo sia buonissima uguale..

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...