"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

lunedì 26 marzo 2012

Scarlattina e mozzarella in carrozza

Dalla scorsa settimana sono alle prese con una Miriam particolarmete infastidita, capricciosa e lagnosissima... molto più del solito, che già è abbastanza e arriva al limite della mia sopportazione, immaginiamoci ora... sono veramente esaurita!!!! Lei, povera, sta ormai in via di guarigione dopo una scarlattina che è arrivata nel momento meno opportuno, come solo questo tipo di malattie sanno fare: siamo alle prese con mille cose, mille appuntamenti per il trasloco e tutto il resto. Per fortuna ci sono i nonni che si sono parecchio prodigati questo finesettimana per darci una mano su tutti i fronti.
E speriamo bene per Melania e soprattutto per il piccolo Massimo... non posso far altro che tenere le dita incrociate!
Nel frattempo cerco di consolare almeno la mia pancia e la mia gola, concedendomi delle golosità che rinfrancano lo spirito e mi fanno scaricare un po' il sistema nervoso: necessariamente la mia dieta deve attendere momenti più tranquilli (se mai ci saranno) e meno nevrotici.

Quindi: TUTTI IN CARROZZAAAAAA!!!!!

Ingredienti per 4 mozzarelle in carrozza:

1 uovo
farina (ho usato la farina di Kamut del Molino Chiavazza che l'ha resa più croccante)
sale
olio di semi per friggere
8 fette di pane in cassetta
4 filetti di acciughe
4 fette di fior di latte ben sgocciolato
meno di mezzo bicchiere di latte

Procedimento

Con l'aiuto di un pennello, bagnare leggermente le fette di pane con il latte, su una fetta di pane appoggiare una fetta di fior di latte e sopra un filetto di acciuga, comporre il panino con un'altra fetta di pane umida e schiacciare bene per far aderire, quindi infarinare il panino schiacciandolo sempre e passarlo nell'uovo sbattuto con un pizzico di sale (non abbondare con il sale!). Ripetere questo procedimento per tutti i panini, quindi friggerli in una padella con abbondante olio bollente per qualche minuto da ambo i lati. Scolare l'olio e servire ben caldi, in modo che la mozzarella fili goduriosamente!



6 commenti:

  1. Hai ragione, certe situazioni capitano sempre nei momenti meno opportuni, sennò troppo facile ;-) (Sto scherzando ovviamente!)...incrocio le dita con te! Non sapevo che finalmente aveste trovato casa, questa è davvero una gran bella notizia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì abbiamo trovato casa, ma ora è un vero incastro di tempi e di cose riuscire a fare i trasloco... ovviamente ti terrò aggiornata su tutto quanto!

      Elimina
  2. Ma lo sai che a me la mozzarella in carrozza non piace?
    Sara' che non amo i fritti...

    Meno male che ci sono i nonni :)
    Dai su ch piano piano si sitema tutto.
    Io ho dovuto fare il mio ultimo trasloco in due giorni....
    Non farmelo ricordare... Ho ancora i brividi....
    Un bacione alla piccola malatina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti piace la mozzarella in carrozza?!?!?! Io l'adoro!!!
      Grazie per gli incoraggiamenti, di questi tempi ne abbiamo gran bisogno!

      Elimina
  3. complimenti per il tuo blog e auguri per la malatttia della tua piccina :')
    A proposito di cucina e di figli ti segnalo un'iniziativa interessante, rivolta ai ragazzi, ma anche a genitori ed insegnanti, come strumento di aggregazione e confronto. Si tratta di Cibolando, progetto di educazione alimentare dove i ragazzi possono imparare a mangiare sano divertendosi.
    Ecco il link al progetto: http://www.cibolando.it/come-partecipare/sbs-scl/
    Buona giornata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per i complimenti, ma i miei figli non frequentano le scuole medie ancora, come mi pare che venga richiesto per partecipare all'iniziativa da cui mi parli.

      Elimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...