"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

venerdì 14 settembre 2012

Raccogliamo?

Tutto cominciò una mattina di primavera, con la semina speranzosa di una manciata di semini.
Dopo diversi mesi...
tanti mesi...
Dopo il susseguirsi di caldo, piogge e vento e poi caldo...
tanto caldo...
e i miei interrogativi sul QUANDO raccogliere le carote...
Forse è arrivato il momento di vedere cosa succede lì sotto terra.
Ste benedette carote, a che punto stanno?


Dopo tanto impegno, fatica e mille aspettative...
eccoci arrivati al momento atteso...




Non aggiungo parole... forse bisogna ancora aspettare un po'...

5 commenti:

  1. ahahahahahah....il raccolto insegna ai bambini l'importanza dell'attesa....aggiornaci tra un po' sulle carote :)

    RispondiElimina
  2. Ma che belle soddisfazioni! Brava! Anzi, brave!

    RispondiElimina
  3. Quanto ti assomiglia!
    Guarda la faccia quando tira forte ... sei tu!
    Che bello il raccolto anche se striminzito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahaha!!!!
      E' rinomato il mio potere di sintesi!!!!!

      Elimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...