"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

martedì 1 marzo 2011

Niente rissa

Contrariamente alle aspettative, Miriam ha optato per la pace con Chiara, l'amichetta del nido che ha morso come una vipera velenosa la mia Melania!
Ieri le ho chiesto: "Miriam, allora come è andata con Chiara?"
E lei: "Io no caccio e pumme a Talla, no"
"Ok, Miri... va bene... ma come mai?"
"Ninne"
"Ah, faceva le ninne, certo... hai fatto bene allora..."

Altra versione di stamattina detta al papà: "No, Talla io no, sola..."
"Ah, non sei riuscita a rimanere sola con Chiara?"
"No, sola no"

Boh! Vacci a capire qualcosa...
E' certo però che d'ora in poi Miriam sarà più guardinga...

PS: comunque, abbiamo un sacco da imparare da questi nanerottoli!

2 commenti:

  1. Quanto mi piacciono i tuoi racconti delle bimbe!!Mi sembra di tornare indietro di 25 anni...grazie cara!!

    RispondiElimina
  2. Mi fa piacere che ti piacciano questi racconti... e mi fa ancor più piacere immaginarmi quando anche io potrò dire "sentire queste storie mi porta indietro nel tempo"

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...