"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

martedì 6 agosto 2013

Se fossi in montagna...

Se fossi in montagna, sarebbe esattamente dove mi trovo adesso.
E' un posto vicino Roma, senza troppe pretese, accogliente per le famiglie con bimbi piccoli, con spazi riservati a loro, con cibo genuino e aria buona.


Ne ho parlato in tante occasioni di questo angolo di natura, dove ci piace rifugiarci quando possiamo, per ritrovare il contatto con i colori veri, con i sapori genuini, con le dimensioni più umane.
Ecco, sì, ci piace tanto, ma tanto, eh.

Il posto sarebbe esattamente questo, io cambierei solo una cosa: il tempo!
Se fossi in montagna... ma tra un paio di anni.
Sì, perchè è una vera fatica stare dietro a tutti e 3 i bimbi, soprattutto quando Marco non c'è.
Massimo poi è spericolato, vuole correre e arrampicarsi dappertutto ma a malapena riesce a tenersi in piedi stabilmente sul piano, figuriamoci su un pendio, oppure sul brecciolino... è un pericolo ambulante: si infila ovunque, mette le mani ovunque, mette qualsiasi cosa in bocca... è una maratona stargli dietro.

Invece le bimbe sono già più autonome, ma richiedono ugualmente attenzioni e sento di non riuscire a godermele appieno ora che Massimo mi assorbe al 100%, con i loro giochi inventati dal nulla...




con le loro passeggiate a cavallo...


e le scoperte fatte in giro...


e niente... io sono sempre alle prese col piccoletto che si è cacciato nel frattempo in qualche rovo pieno di spine!
Quindi, sì, è bello stare qui, soprattutto dopo aver trascorso un intero anno nel cemento delle città, ma sarebbe ancor più bello sicuramente tra un paio di anni... o no?

Con questo post partecipo al gioco di Trippando: #sefossiinmontagna

7 commenti:

  1. ma che spettacolo le tue bambine! e che corse con Massimo... immagino bene!

    RispondiElimina
  2. secondo me si tende a pensare sempre che tutto sarebbe migliore se...ma guardando queste foto, penso che sia tutto perfetto anche così! si, dirai, comodo dirlo da fuori.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione... non riusciamo a goderci l'attimo... ma che fatica, eh!

      Elimina
  3. Avrei voluto tanto anch'io un terzo pargolo, ma le gemelle richiedono sempre tante attenzioni, anche se ormai hanno sette anni...e la paura e' sempre stata proprio quella di non potermele godere piu'...gia' poverine si sono sempre dovute dividere tutte le attenzioni...
    Comunque mi sembra che tu te la stia cavando benissimo!! In bocca al lupo e buone vacanze!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, se mi fossi fermata a fare le tue stesse riflessioni, neanche io avrei voluto il terzo... ma ora, eccoci qua!

      Elimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...