"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

mercoledì 21 agosto 2013

Ovindoli

Quest'anno ci siamo concessi un picnic un po’ più distante dal luogo in cui soggiorniamo per le vacanze, siamo andati ad Ovindoli, più precisamente in un posto incantevole che si chiama “La Pinetina”.
Siamo andati con amici che conoscevano bene il luogo e che avevano già sperimentato più volte. 
Con Massimo così piccolo, non mi va di andare troppo all'avventura: potrebbero esserci troppi pericoli per un bambino di neanche 2 anni e la gita si trasforma in una nostra rincorsa continua e stancante senza riuscire a goderci nulla e senza che lui pure si senta libero e si diverta.

Questo posto è perfetto, lo consiglio caldamente a chi si trova nei dintorni di arrivarci… a patto che si sappia che ci sono un po’ di curve lungo la strada!
Ma vabbè, sapevamo anche questo, quindi ci siamo equipaggiati di conseguenza e siamo andati piano pianino.
Una volta arrivati lì, a parte che abbiamo attraversato proprio il paese di Ovindoli, che non conoscevo, e l’ho trovato di un carino vero: curato, ben fornito, immerso in un paesaggio paradisiaco, ci si è aperta una vista e un’aria così fresca e rigenerante, che mi sembrava di esser stata catapultata in un’altra dimensione.





A quasi 1400m di altitudine, si respira un’aria completamente diversa… soprattutto se lì vicino è circondato da maneggi, ma questo è un altro discorso che, anzi, è un’ulteriore attrattiva per i bambini.
In effetti, proprio loro, i bimbi, non sapevano da che parte cominciare a correre.



Il posto è completamente privo di pericoli e di insidie: un immenso prato in piano, soleggiato da una parte e invece, bello ombreggiato dall’altra (tanto da dover indossare una felpetta!), dove ci sono anche giochi per bambini ed un piccolo chiosco bar.
Siamo stati lì con questi amici, abbiamo fatto il nostro bel pic nic… e le bimbe erano entusiaste!





Massimo era talmente elettrizzato, che neanche ha voluto dormire dopo pranzo… altro che aria di montagna rarefatta che calma i bambini e che li tranquillizza, i miei erano letteralmente elettrici, tanta era la loro voglia di fare, fare, fare…

Insomma, una giornata intensa, allegra, immersa nel verde… ma anche stancante, eh!

Nessun commento:

Posta un commento

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...