"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

martedì 20 agosto 2013

Se fossi a tavola

Se fossi a tavola... Se fossi a tavola, starei… a tavola!
Sì, ho detto bene: se fossi a tavola, starei comodamente seduta e non mezza sulla sedia e mezza con un piede pronta a rialzarmi per la milionesima volta.
Se fossi a tavola, starei con la tovaglia, senza temere che Massimo la tiri da una parte e sparecchi neanche fosse il mago Forrest!  E senza temere che le bimbe rovescino il bicchiere colmo d’acqua.
Se fossi a tavola, starei sorseggiando un bel vino rosso in un calice di cristallo… assaporandone l’aroma, godendo del suo profumo e osservandone il colore, fantasticando sulla vigna di quell’uva… e non starei con la pastina incastrata tra i capelli, pezzi di frittata, di pane e varie ed eventuali sparsi sotto al tavolo, che sfamerei un terzo della popolazione africana.
Se fossi a tavola… non verrei chiamata mille volte: “Mamma, voglio l’acqua!”, “Mamma, Miriam mi spinge!”, “Mamma, questo non lo voglio più!”, “Mamma, Melania mi ha versato l’acqua nella pasta!”, “Mamma, devo fare lacacca!”… e con Massimo che ad un certo punto decide di mangiare direttamente dal piatto, rovesciandone tutto il contenuto.
Se fossi a tavola… converserei amabilmente con gli altri presenti… non mugugnerei, urlerei, rimprovererei, convincerei, scenderei a compromessi e sbraccerei in giro neanche fossi la dea Kalì!
Se fossi a tavola, assaporerei ogni singolo boccone, lentamente, con calma, senza fretta, non ingoierei tutto sano, senza neanche rendermi conto di cosa stia portando alla bocca, tanto da non ricordare poi cosa effettivamente ho mangiato… e soprattutto, quanto ne abbia mangiato!
Se fossi a tavola, sarebbe per il gusto di farlo, per piacere, non per sostentamento, né, tantomeno, per placare una mia crisi nevrotica!
Non importa se in compagnia, in solitudine, in un locale esclusivo, oppure a casa, mangiando un panino oppure della nouvelle cousine… se fossi a tavola… sarei proprio A TAVOLA, nel vero senso che questa parola esprime.

http://pinterest.com/pin/217228381995957429/


Con questo post partecipo al gioco di Trippando: #sefossiatavola

Le altre tappe del gioco del se fossi sono:

la prossima quale sarà?

4 commenti:

  1. Ahahah sono mamma da 5 mesi ma già capisco!! E magari cenerei con mio marito senza darci i turni per chi sta col nano piagnone e chi mangia! :D

    RispondiElimina
  2. ahahh la mia pupa ha due anni e mezzo, qua ancora facciamo i turni x chi mangia e chi guarda la Peppe PIg, ma tu con 3 bimbi riesci anche a mangiare??

    RispondiElimina
  3. Vedo che ceniamo tutti alle otto in compagnia di Peppa!!!

    RispondiElimina
  4. ho scoperto (con orrore) Peppa Pig due giorni fa e mi sono fatta il primo pranzo contemporaneamente al marito negli ultimi 5 mesi...quindi leggo che non sono un caso isolato!

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...