"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

giovedì 16 maggio 2013

Quando sdoppiarsi significa scollarsi

E siamo giunti alla seconda puntata del nostro reality: "Alla ricerca della tata", ovvero "come sopravvivere in una famiglia di cui i 3/5 dei componenti hanno meno di 5 anni"... con l'aiuto di Stefania del portale A Misura di Mamma.

Nella puntata precedente ci siamo lasciati con l'interrogativo: <<Riusciranno i nostri eroi a far benvolere la tata alle 3 piccole "M"?>>
La risposta è presto detta.

Silvia, la ragazza che avevo scelto, è arrivata a casa tutta sorridente e carica di energie.
Ha portato con sè una scia di buon umore e di odore di fresco... tanto che quando, di nascosto da lei, al volo ho chiesto a Melania: "Meli, allora? come è Silvia?" lei, sottovoce mi ha risposto: "E' profumata!".
E' riuscita a conquistare le bimbe nel giro di pochissimo tempo, sfoderando un paio di trucchetti che le hanno catturate: i palloncini, gli adesivi, i giochi con i mini pony... ed ha incassato un paio di goal da manuale.
Erano così contente ed entusiaste che quando l'hanno salutata le hanno chiesto: "Ma già vai via? Quando torni?!"
Miriam, ad un certo punto del pomeriggio, si è affacciata in cucina dove ero io e con le manine tutte gesticolanti mi ha detto: "Mamma, mi sto divertendo tantissimo!"
Io ero di spalle, affettando una cipolla... e con un ghigno alla "shining" dipinto sul viso ho detto: "Bene, bene, sono proprio contenta!"
... dai, dai che ce la possiamo fare!

Il punto è Massimo... ecco... Massimo...
si è comportato esattamente così:
foto credits: http://attualita.tuttogratis.it
E' stato quasi per tutto il tempo una cozza attaccata a me...
Silvia ha provato a coinvolgerlo, a richiamare la sua attenzione, ma niente... lui voleva stare solo con me...
A quel punto, dopo un'oretta che Silvia già gironzolava per casa con le bimbe, ho colto la palla al balzo e ne ho approfittato per andare a fare un servizio di 10 minuti sotto casa... il tempo di vedere pure come reagiva Silvia da una parte e Massimo dall'altra senza di me.
E così ho mollato tutto quanto... per pochissimi minuti, ma l'ho fatto!
Sono rientrata molto curiosa di vedere cosa avrei trovato... infilo la chiave nella toppa della porta di casa, apro... e trovo: pace, sorrisi, tranquillità... Massimo se la godeva tutto pacioso con la musica di Michael Jackson di sottofondo (e come te sbagli?!).
Ecco... ho dato questa dritta a Silvia, di giocarsi il jolly di Michael, che funziona sempre con lui!

Cosa ho apprezzato molto di Silvia?
Il sorriso, la pacatezza, il fatto che indirizzava le bimbe a fare quello che dovevano fare senza alzare la voce.
Ho apprezzato che si è cambiata le scarpe appena è entrata in casa e si è lavata le mani (baby sitter in ascolto, questo è un trucco che impressiona positivamente qualsiasi mamma!).
Ho apprezzato che ad ogni lancio di ciuccio di Massimo, lei lo raccoglieva e lo sciacquava... (e no, io non lo faccio sempre sempre sempre... lo faccio la metà delle volte... anzi no, nemmeno la metà delle volte... lo faccio qualche volta... ma vabbè!).
Ho apprezzato come rispondeva alle richieste delle bimbe... il suo modo di porgersi.
Spero sia sempre così...
E spero che riesca a conquistare anche Massimo, così riuscirò ad avere un po' di pace anche io...

Appuntamento alla prossima puntata, allora!
<< to be continued...>>

4 commenti:

  1. Fantastico!!!! Ma posso anche io, anche se di figlio ne ho uno solo che sta sempre a scuola???? Magari potrebbe fare compagnia a me.... ;-)

    RispondiElimina
  2. ottimo, se i bimbi son tranquilli e sereni, lo sei anche tu!!!

    RispondiElimina
  3. Benissimo, allora!
    Facci sapere come prosegue, eh?

    RispondiElimina
  4. Se ci sa fare con le bimbe è la cosa più importante! Io ho la stessa tata da più di 3 anni, tra lei e la mia bimba si è creato un rapporto speciale, i bimbi Lo sentono se una persona sta volentieri con loro...

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...