"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

mercoledì 26 ottobre 2011

I tre anni di Miriam

Ed eccoci qui, ormai son già passati diversi giorni dai vari festeggiamenti fatti.
Prima, il giorno stesso del compleanno e poi aspettando il sabato con tanti amichetti e amici e cari vari.
Mi piace sempre organizzare queste piccole cose, perchè torno un po' bambina anche io.
Certo, quest'anno avevamo la sorte avversa: ci si è messo un virus intestinale a contagiarci a rotazione quasi tutti e stendendoci per bene per almeno 24 ore e rendendoci dei piccoli zombie, ma ce l'abbiamo fatta lo stesso, non abbiamo mollato e non finirò mai e poi mai di ringraziare per tutto questo la mia Santa Mamma che accorre sempre nei momenti di bisogno.
Insomma, cominciamo dall'inizio.
Mattina del compleanno: Miriam si alza alla solita ora, dopo una nottata un po' movimentata, e le faccio trovare qualche palloncino e una bella corona nuova di zecca da indossare per andare a scuola. Le maestre poi mi avevano avvertito che non era il caso di portare dolciumi e pappatorie varie a scuola per problemi di intolleranze dei bimbi, ma non mi andava di lasciar passare inosservata la mattinata, così avevo preparato due belle buste piene di regalini impacchettati per tutti gli amici dell'asilo: erano delle sciocchezze: stickers, matite, ciondoli, braccialetti colorati, fischietti... pare che l'idea sia stata gradita da tutti, maestre comprese.
Al ritorno a casa, Miriam poi ha festeggiato con i nonni. Durante la mattina mi son data da fare a prepararle questa torta (base di torta nuvola, fatta con la farina 00 del Molino Pivetti, farcita con panna e amarene sciroppate della Fabbri, il cui succo l'ho usato anche come bagna del pan di spagna, cospargendo il tutto da una manciata di stelline di zucchero colorate di Caramellandia).





Spente le candeline e scartati i regali ricevuti (un esercito di Barbie!), era davvero esausta, ma tanto tanto felice.
Dopo qualche giorno, finalmente, arrivano i grandi festeggiamenti con un sacco di amichetti!!!
Ho provato ad organizzare qualcosa in un posto più comodo e consono per i bimbi, pieno di giochi e spazio, ma non ce l'ho fatta, sia per mancanza di tempo e sia perchè ovunque andassi mi chiedevano cifre stratosferiche, al che mi son chiesta: "Cosa cavolo dovrò inventarmi allora alla festa dei 18 anni?". Così, dopo un breve consulto con Marco, siamo stati felici di farla a casetta nostra: piccola, minuscola... ma tanto tanto colorata per l'occasione! Ovviamente tutto di ROSA! Hello Kitty impazzava in ogni angolo! E' stato un vero successo, soprattutto per Miriam. E' stata fiera di poter aprire le porte della sua casa "ccina" (come dice lei), ai suoi amici e di condividere tutto quanto. Credo che i bimbi siano stati bene, in fondo a loro interessa ciò che è essenziale: stare insieme... spero solo che anche i genitori non siano stati troppo scomodi... i papà li abbiamo messi bellamente a prendere il fresco sul terrazzo a sorseggiare qualche birretta, almeno così si è guadagnato qualche centimetro di spazio!
Miriam ha giocato, ha chiacchierato, ha indossato corone, ha dispensato baci... peccato che non abbia voluto spegnere le candeline, proprio non le andava!
E vabbè... pazienza, sarà per l'anno prossimo!
Ringrazio tutti i partecipanti per la loro calorosa venuta, sono stata davvero bene anche io!

5 commenti:

  1. tantissimi auguri a Miriam! e che bella la torta!

    RispondiElimina
  2. Che bel resoconto..... e che gran faticaccia avrai fatto..... BRAVISSIMA!

    RispondiElimina
  3. Auguri a Miriam!
    Magari io fossi capace di fare torte così belle...

    RispondiElimina
  4. Ma che bella torta di compleanno. E tanti Auguri per i tre anni della piccola Miriam!!

    RispondiElimina
  5. Purtroppo ieri e l'altro ieri non riuscivo ad accedere a nessun blog ( mannaggia a blogger!!!! ) Beh...anche se in ritardo, sono cmq fatti con il cuore, quindi tantissimi cari auguri a Miriam!!! Bellissima torta e dalla foto, deve essere stata anche buonissima ;-)

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...