"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

martedì 7 giugno 2011

La pagella di Melania

Ieri sono andata a parlare con le insegnanti di Melania per avere riscontri su come sono progredite le cose durante il corso di questi lunghi mesi.
E' cresciuta tanto in questo anno scolastico, sia fisicamente e sia come bambina... si è trasformata anche lei da neonata a bimba... questo è uno dei passaggi che preferisco!
Inutile dire che è sveglissima e svelta in tutto!
Impara in fretta.
E' partecipe ai giochi sia individuali e sia di gruppo.
E' solare e attenta.
Ma...
C'è un ma... (e te pareva!)...
Rispetto agli altri bimbi, è troppo aggressiva!
Mi sembra di vivere un degiavù: anche con Miriam abbiamo attraversato questa fase (durata un bel po', a dire il vero) di aggressività e di prepotenza nei confronti degli altri bambini.
Come l'abbiamo affrontata? Con tanta pazienza e rassegnazione.
Ora come l'affrontiamo con Melania?
La pazienza è notevolmente diminuita... sono arrivata a raschiare il fondo del barile.
La rassegnazione manca... anche perchè non posso rassegnarmi dal momento che il pomeriggio casa si trasforma in un vero e proprio ring di pugilato, gli incontri tra le belve comprendono anche morsi, graffi e tirate di capelli... non posso rassegnarmi, devo per forza intervenire per l'incolumità ora dell'una e ora dell'altra.
L'insegnante mi ha detto di continuare con il metodo del: "Non si fa! Fai caro-caro!"...
In pratica sono quasi due anni che per un motivo o per l'altro, le parole che uso di più durante il corso della giornata sono: "Bimbe, fate piano!" oppure "Fai caro-caro!" e poi "No, così no!" fino a tuonare un fragoroso: "MELANIA!!!!!", sembro una povera scema!
Passerà anche questa...
Di sicuro addapassà (e ancora non siamo nella fase "terrible two"!).
Speriamo solo che per quel momento mi sia rimasto qualche capello scuro in testa... anzi... che mi sia rimasto qualche capello, che è meglio!

2 commenti:

  1. Che dire...tutta la mia solidarietà. Affrontare certe fasi non è per niente facile, ma passerà!

    RispondiElimina
  2. Sono fasi passeggere, chi più chi meno ma purtroppo le passiamo tutti...abbi pazienza ( anche se sono certissima che di pazienza ne hai da vendere ) e vedrai che passerà-
    Baciotti.

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...