"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

lunedì 20 giugno 2011

Cosa auguro alla mia vicina di casa

Ieri mattina, non erano neanche le 8.00, bussano alla porta...
Era quella "poveraccia" della mia vicina di casa (Sì, poveraccia... è l'unico epiteto che mi viene in mente per quella povera di animo, di amore e con la vita completamente vuota e sola... come potrei definirla altrimenti!?).
Aveva sentito il pianto di Melania, che si era svegliata in preda ai dolori per i denti, acuiti poi dal caldo che comincia a farsi sentire.
E' venuta su per accertarsi che fosse tutto a posto, prima di telefonare le forze dell'ordine competenti in materia.

....

....

Che dite?
no.
Non l'ho picchiata.
Non le ho dato un cazzotto in pieno occhio, rendendola quantomeno un po' meno racchia di quanto già è di suo.
No, non l'ho insultata...
Poveraccia!
Le ho soltanto detto che i bambini è normale che piangano e che se ogni volta che ciò accade, bisogna andare a chiamare il telefono azzurro, allora staremmo freschi.
Le ho detto che quanto già ci ha fatto, ci ha scosso parecchio, anche se inizialmente la cosa sembrava chiarita, ma mi ci è voluto parecchio tempo per superarla.
Lei neanche si è scusata.
Niente di niente.
Io ero parecchio innervosita dalla cosa, non l'ho neanche salutata e mi sono infilata in bagno con Miriam, perchè mi chiamava per fare la pipì.
Poveraccia!

Io dico che sarebbe meglio se ammettesse che magari la cosa la disturba, potrei anche capirla: di domenica mattina... alla buon ora... insomma, quasi mi scuserei pure e cercherei di limitare il più possibile i danni, altro che, comprenderei perfettamente... ma così no, quando si insinua dell'altro, no! Alt! Stavolta divento una iena!

Cosa le auguro?
Mah... niente di grave... naturalmente... non è nel mio modo di fare augurare il male, soprattutto per quanto riguarda la salute.
Anzi... le auguro tantissima salute... perchè quel che le auguro è la seguente lista di eventi:
  • Che il gatto le faccia tutti i bisognini ripetutamente sul divano, sempre sullo stesso punto
  • Che la lavatrice le si rompa e le allaghi tutto l'appartamento nel cuore della notte
  • Che la macchina non le parta quando ne ha maggior bisogno e ha fretta e non ha nessuno a cui chiedere aiuto e magari è pure notte
  • Che le controllino la dichiarazione dei redditi e vedano che c'è qualche disallineamento
  • Che le si bruci tutta la cena e che frigo e dispensa siano vuoti
  • Che le facciano una multa pazzesca e le tolgano tutti i punti della patente
  • Che il frigorifero l'abbandoni il 15 d'agosto
  • Che le clonino la carta di credito e la SIM del cellulare e lei non se ne accorga fino a quando non le hanno fregato almeno metà dei soldi
  • Che le cada, tutto ad un tratto, uno dei due incisivi superiori
Ma questo... cara la mia vicina... è solo l'inizio...
Ti scatenerò contro forze di cui neanche immaginerai l'esistenza!

19 commenti:

  1. Se non fosse che ci sono i bambini sarebbe da denunciare per stalking.
    Io ci avrei litigato, mi dispiace ma se la gentilezza non serve bisogna passare ai discorsi seri.

    RispondiElimina
  2. Oh ma a questa fatele fare un trattamento sanitario obbligatorio...e mica può scassare i maroni a questo modo!

    RispondiElimina
  3. @Slela: proprio ieri stavamo pensando che questo può essere definito "stalking"

    @Gnappetta: dici che devo chiamare quelli che poi vengono a prelevarla facendole indossare una camicia di forza? Qual è il numero da chiamare?

    RispondiElimina
  4. Mi accodo a Slela: l'avrei ribaltata di insulti.
    E l'avrei anche minacciata di denunciarla IO.
    Ma stiamo scherzando?!!?

    RispondiElimina
  5. @Mammachetesta: il punto è che con una del genere bisogna andarci con i piedi di piombo, visto che è una pazza visionaria capace di tutto, temo che poi vada a chiamare davvero di nuovo il telefono azzurro inventandosi Dio solo sa cosa!!!! E si sa, in queste cose, soprattutto ultimamente, ci mettono mezzo secondo a rovinarti la vita!

    RispondiElimina
  6. Io alla mia vicina alla fine le ho sbattutto la porta in faccia dopo averle detto che queste scene davanti ai miei figli lei non le fa e che è pregata di scrivere la prossima volta. Non sale più e anche io le auguro tante belle cose! Ti capisco alla perfezione...

    RispondiElimina
  7. La mia però non ha la "chiamata" facile...perchè non provi a chiedere a qualcuno di competente come ti puoi difendere da questa scriteriata?

    RispondiElimina
  8. uffff... rete malefica che mi fa scomparire i commenti nel nulla... vabbeh!

    "... e lei non se ne accorga fino a quando non le hanno fregato almeno metà dei soldi"

    mi hai fatto morire dal ridere... non riesci ad essere cattiva nemmeno volendo!!!

    tornando alla pazza: anche io avevo proposto/ricordato la possibilità della denuncia/querela... è vero che è una visionaria e bisogna andarci con i piedi di piombo... ma proprio per questo... insomma, per tutelarvi un po' anche voi... non c'è modo di dire a nessuno, in nessun modo "guardate che questa ci sta calunniando e inventa le cose??"

    RispondiElimina
  9. @L., @valepi: sì, ci siamo informati anche presso degli avvocati, non possiamo fare niente, purtroppo!

    RispondiElimina
  10. è veramente assurdo che si debba restare in balia di una persona che può inventarsi qualsiasi cosa in qualsiasi momento :( ... dovesse succedere di nuovo io la denuncerei... ma speriamo no succeda più, comunque!

    RispondiElimina
  11. mah allucinante...io ho il vicino che mi spia dalla tapparella o attacca l'orecchio al muro per sentire le nostre conversazioni.. i vicini sono strani ma chiamare il telefono azzurro mi sembra eccessivo..io il telefono glielo davo in testa..

    RispondiElimina
  12. avevo già letto altri racconti sulla tua vicina... mi domando che farebbe nel mio condominio dove ogni sera, ripeto ogni sera, all'uscita della vasca da bagno si sentono urla che nemmeno se lo stessi squartando...
    in generale posso constatare come anche il bambino più tranquillo (mio figlio devo dire che lo è abbastanza) piange e strilla molto molto spesso. una volta perchè cade, una volta perchè gli hai tolto di mano una cosa che non doveva prendere, una volta perchè non vuole vestirsi/mettere il pigiama/le scarpe/le pantofole... non deve essere piacevole pensare, ogni volta che questo accade, che lei ha l'orecchio teso e sta già meditando di chiamare il telefono azzurro (come se non bastasse il dover affrontare il capriccio/caduta/stanchezza del proprio bambino). Quello che le hai augurato è davvero molto, molto poco...

    RispondiElimina
  13. @MMD: uniamo la ciurmadi bimbi e scagliamogliela contro!!!!

    @Twins: che gente... POVERACCIA!!!!

    @CosmicMummy: ma infatti inizialmente ero davvero tesa per ogni minimo frignamento... adesso mi faccio qualche problema in meno... dici che sono stataq fin troppo buona con lei!?

    RispondiElimina
  14. Una storia tremenda. Sei sicura che non si possa denunciarla non so, per molestie, o semplicemente per raccontare questi fatti.
    Stalking, molestie, follia.
    Guarda, mi sono infuriata io!
    Tienici aggiornati, anche ti e mi auguro che non succeda più.
    Ti abbraccio cara Micaela.
    Lara

    RispondiElimina
  15. Accidenti, è ritornata all'attacco, ma non la si può silurare? Una non è più nè tranquilla nè libera di fare, dire, gridare neanche in casa sua! Un abbraccio

    RispondiElimina
  16. Offrile dei biscotti fatti in casa e dopo che li ha mangiati le dici che a chi ti minaccia di chiamare le forze dell'ordine daresti volentieri cibo avvelenato :) ...almeno il male se lo procurerebbe da sola ;)

    RispondiElimina
  17. @Lara: non ti preoccupare... vi terrò aggiornate!

    @monica: eggià, è tornata alla carica!

    @Vale: ma lo sai che sei un genio!?

    RispondiElimina
  18. sei stata veramente fin troppo signora, io penso che avrei sclerato di brutto!comunque quoto l'idea di Vale, è fantastica!

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...