"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

giovedì 13 gennaio 2011

I nostri Terrible Two

Parto da questo post di Mamma Felice per poter analizzare la nostra situazione con Miriam, dal momento che ultimamente mi ritrovo ad avere sempre meno pazienza, ad essere sempre più isterica e ad urlare spesso.

Siamo in piena fase "TT" (Terrible Two) con Miriam.
E ok, questo ci sta tutto... vista l'età.
Da mamma indulgente, paziente, carina, disponibile, sono diventata un'intollerante e spazientita di prima natura, tanto che sembra che IO stia attraversando la fase dei TT e non Miriam stessa!
Mi spiego.
Ora con Miriam è un continuo braccio di ferro: per mangiare, per cambiarsi, per dormire... è tutto un NO continuo da parte sua, un rifiuto a tutto! Non parliamo poi nei periodi in cui non si sente bene, allora diventa davvero difficile la situazione.
Ieri sera l'ennesima mia esplosione!
Ormai nel lettone in mezzo a me e a Marco, che le stava leggendo la sua favola preferita, lei ancora continuava a giocare con le sue principesse... a svestirle e poi mi richiedeva di rivestirle, a canticchiare, mentre quel povero cristo di Marco continuava a leggere indefesso... ad un certo punto ho chiesto a Miriam: "Miriam, smettila di giocare con le principesse, papà sta leggendo la favola... oppure non la vuoi più sentire?"
e Miriam fa capire che invece la vuole sentire, solo che poi gli si mette a parlottare sopra, evidentemente senza stare ad ascoltare neanche una parola del papà.
Ok. Decido che era ora di finirla con questo circo, era pure abbastanza tardi per lei.
Le strappo le principesse dalle manine e urlo parole che è meglio non trascrivere, insultando quelle principesse in maniera del tutto diseducativa!
Ovviamente lei scoppia in un pianto disperato, rifugiandosi tra le braccia del papà, lanciando anatemi nella sua lingua incomprensibile al mio indirizzo!
Era lampante che avessi sbagliato mossa.
Era lampante che ho usato termini terribili.
Era lampante che ero stanca e non ne potevo più.
Marco, mantenendo la calma, mi dice di andare a farmi una doccia calda per calmarmi e che ci avrebbe pensato lui a Miriam.
C'ha preso in pieno.
Una volta in bagno, mi sono resa conto del terribile errore che ho commesso e mi è dispiaciuto un sacco, mi sono vergognata... allora mi sono incavolata con me stessa, che non riesco più a controllare le mie reazioni in questo ultimo periodo... che cavolo mi è successo???
La regola fondamentale di comportamento con i bambini è di mantenere la calma e, tutto sommato, fino a qualche tempo fa, ci riuscivo alla grande... ma ora no... perchè?

14 commenti:

  1. Nella mia esperienza personale i momenti di totale scleramento, sono legati a stanchezza o preoccupazione e nonostante dopo mi assalgano dei terribili sensi di colpa, mi dico che ci può stare, ogni tanto può succedere.
    Capita a tutti di sbagliare non trovi, l'importante è non perseverare.

    RispondiElimina
  2. Stai tranquilla che siamo tutte sulla stessa barca ...anche riguardo agli improperi e parole poco sane che ci escono dalla bocca !!!! Capita di essere stanche, di voler un po' di tregua e i loro continui 2 tartassamenti" ci mandano fuori di testa !!!! Siamo mamme ma anche persone e non robot ...scrivere questi post ci puo' servire per consolarci l'un l'altra e sapere che non siamo da sole ad andare fuori di "melone" !!!!!

    RispondiElimina
  3. Forse è un periodo particolarmente stressante o forse il carattere di Miriam che si sta sempre più affermando e ti da del filo da torcere....ma capita veramente a tutte! Anche io so che è sbagliato e che ad alzare la voce, sbraitare e usare un linguaggio ineducativo non si raggiunge nessuno scopo se non quello di esasperare ancor di più la situazione. So anche che dopo 10 min la rabbia passa e mi sento una EMME! Però siamoesseri umani e non possiamo controllare ogninostra reazione! La prossima volta passa la palla al papà e fatti una doccia prima di sbottare!

    RispondiElimina
  4. E dove sta scritto che una mamma non può perdere la pazienza o essere stanca?!!?
    Non sei un robot e i due anni sono tremendi.
    Non devi vergognarti. Non ne hai motivo.
    Per fortuna tuo marito ha capito e ti ha aiutata. Approfittanr.

    RispondiElimina
  5. Cavolo forse ieri era serata: anche io ho urlato come una pazza solo perché mangiava troppo lentamente(veramente veramente troppo), ma ho esagerato e pur sapendolo l'ho lasciato piangere disperatamente perché infondo infondo sono cattiva!

    RispondiElimina
  6. Per me gestirne uno di tre ed una di sei è ancora peggio...l'illusione è che col passare del tempo le cose migliorino, invece per me sono peggiorate e basta...se la grande un po' riesco a farla ragionare il piccolo si mette in mezzo e comincia a farla frignare lui...e allora sfido chiunque a mantenere la calma...

    RispondiElimina
  7. Passa da me c'è una sorpresina

    RispondiElimina
  8. Guarda non è facile mantenere la calma la mia piccola ha 2 anni e 2 mesi e adesso ha incominciato che se non fai quello che lei vuole urla come un' ossessa , punta i piedi e per 20 minuti bisogna cercare di farla ragionare senza dargliele vinte.Coraggio i figli si fanno senza libretto delle istruzioni.

    RispondiElimina
  9. Sei un essere umano, la pazienza non è infinita e i due anni non sono facili...mixa tutto questo e ottieni uno sfogo ogni tanto! L'altra sera ho fatto una sfuriata a gnometto per la lettura, mi sono sentita uno schifo ho fatto un post pieno di sensi di colpa...sto cercando di imparare che una mamma non è infallibile, e anche tu non hai fatto nulla di cui vergognarti! Un bacio!

    RispondiElimina
  10. Ehilà, benvenuta nel club!!! ;)

    L'unica cosa che posso dire a mio favore... è che qualcuno mi ha dotata di pazienza infinita e a volte anch'io mi chiedo se ci sono o ci faccio! Quando sento che sale la rabbia mi volto dall'altra parte e penso a tutt'altro. E per ora sembra incredibile ma la stiamo superando...

    Sai poi cosa ho notato? Nei primi giorni dell'anno io e il papino ci siamo presi tre giorni di vacanze e abbiamo passato 10 giorni interi sempre (SEMPRE!) con lei.
    Bene, tornati alla vita normale (e con lo stress di quei tre giorni da recuperare!) la PM sembra un'altra... e non ha più avuto eccessi d'ira!

    RispondiElimina
  11. Io credo che qualsiasi persona passi delle fasi durante la vita in cui è più o meno calma, più o meno stressata, e i periodi no capitano quindi a tutti...
    Anch'io passo periodo di intolleranza, l'importante è che non si protraggano nel tempo

    RispondiElimina
  12. Ciao! guarda, fiadati che sei in ottima compagnia!! io di tt ne ho già passati due ma poi i bambini cominciano a parlare e crescere e dopo... è da panico!!! no dai scherzo è che dopo cercano di intortarti coi loro ragionamenti..
    per ora ricorda solo che i piccini hanno un livello di stress molto basso per cui ogni cosa storta (secondo loro) provoca crisi inaudite e soprattutto per loro è tutto un assoluto, ad es se gli togli le principesse (che sicuramente si saranno meritate tutti gli appellativi) è come se gliele togliessi PER SEMPRE. non so se riesco a spiegarmi... comunque cerca di evitare il più possibile le lotte ma cerca i compromessi, questo non vuol dire non educarla ma aiutarla a crescere! in bocca al lupo e se vuoi consolarti passa da me!
    http://bottlefamily.blogspot.com/

    RispondiElimina
  13. Allora direi che mal comune mezzo gaudio!? Insomma... grazie a tutti per la consolazione, la compagnia, i consigli e tutto il resto...

    mi chiedo: ma perchè non ho aperto prima il blog!?!?!?

    RispondiElimina
  14. approdo in ritardo a questo post...spero che ora vada tutto per il meglio...anch'io spero vada presto meglio anche per me, la fase dei terribili 2 è soltanto all'inizio ahimè!!!
    tornerò a leggerti con piacere!

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...