"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

giovedì 13 gennaio 2011

Domanda per la materna

Son rientrata da poco in ufficio dopo aver consegnato una delle due domande possibili per entrare in una scuola dell'infanzia comunale o statale.
E già sto fatto che ne puoi al massimo scegliere solo due, mi pare abbastanza riduttivo.
Dopo aver compilato un papiro con tutti i nostri dati, compreso aver risposto alle domande se possediamo yacth (e per chi c'hanno preso?!?!?! Per la coppia Briatore-Gregoraci?!?!?! Ma se possedevo uno yacht, te pare che annavo a chiede di entrare in una scuola comunale?!?!?!), se abbiamo piscine (ma questi so' fuori di testa!)... sono entrata e la direttrice (persona molto gentile e disponibile, questo va detto) ha risposto affabilmente a tutte le mie domande.
Ho scoperto che le probabilità di essere ammessi sono un po' bassine, visto che la domanda l'ho presentata non al municipio di residenza, ma al municipio in cui lavoro, per comodità e per mille altri motivi...

Insomma... non c'è un punto fermo nella nostra vita, da cui poter partire per fare programmi:
- la graduatoria definitiva non uscirà prima di giugno, quindi fino a quel momento non so dove andrà a scuola Miriam il prossimo anno
- non so se riuscirò ad avere il part-time, quindi se riuscirò ad andare a prendere all'uscita Miriam, visto che l'orario massimo consentito sono le 16.45
- non so se riusciremo a cambiare casa (quindi anche municipio) prima di... boh!
- non so quando la mia sede di lavoro verrà trasferita dall'altra parte del mondo...
insomma, in pratica non so un bel NIENTE del nostro futuro...
Spero solo che la salute ci assista... per il resto, affronteremo le cose man mano che verranno, non abbiamo altra scelta!

7 commenti:

  1. Pensa che dove vivo io è possibile inoltrare una sola domanda di iscrizione e, come da te, chi non risiede nel comune presso il quale si è fatta richiesta, ha meno punti in graduatoria. Anche qui si ha la risposta non prima di giugno, così in caso il bimbo non fosse ammesso, è impossibile trovargli un altro posto in una scuola pubblica. Insomma, come al solito non si è facilitati in niente.

    RispondiElimina
  2. Ma che brava hai già selezionato, scelto, fatto domanda! Ma sei efficentissima altroché!!!
    Io invece sono in alto mare!
    Spiegami qualcosa: 1 statale e 1 comunale? e basta?
    Perché una sola statale?

    RispondiElimina
  3. @Lizzina: non ne parliamo... altro che politica per le famiglie, qua è un continuo prendere calci in faccia e basta!

    @MMD: diciamo che il lavoro me l'hanno oltre che dimezzato al nido che già frequentano le bimbe, visto che mi hanno caldamente consigliato questa scuola qui come proseguimento e mi fido di loro.
    Dunque: sì, si può fare domanda soltanto per 1 statale e 1 comunale. Non ne so il motivo.

    RispondiElimina
  4. Dove abito io purtroppo la scuola d' infanzia è solo statale e quindi la possibilità di scelta è una sola, inoltre si può scegliere una sola scuola se no si passa alle scuole private. I bambini che hanno già fatto il nido come la mia non hanno nessun diritto di continuità scolastica essendo già inseriti in una struttura comunale non statale , quindi una catastrofe . L' unica fortuna è che non sono ancora uscite le domande quindi il problema si può rimandare...se la vogliamo definire fortuna!

    RispondiElimina
  5. anche dove vivo io si può fare solo una domanda..addirittura se sei indecisa tra privata e/o statale..e anche qui, se non sei residente ci sono delle difficoltà...io quest'anno ho spostato i miei figlioli e però una volta chiuse le iscrizioni (tipo febbraio,marzo) mi hanno detto che erano stati presi in una data struttura..solo a settembre han fatto le classi e ho conosciuto le maestre...fra tutti missà che siam messi proprio male!

    RispondiElimina
  6. Lasciamo perdere la situazione "scuole pubbliche" che è meglio! Noi per dare un minimo di certezze di conitnuità negli anni l'abbiamo iscritta alla parrocchiale perchè alla statale (unica scuola presente) cambiano le maestre come i kleenex.

    RispondiElimina
  7. anche noi siamo in procinto di fare domanda x la materna. da noi però se ne può scegliere solo una ed eventualmente rifare una seconda domanda se non venisse accettato in quella. lunedì parteciperemo agli open day delle 2 comunali vicino casa, che godono di ottima fama.
    se io fossi così ricca da avere uno yacht iscriverei comunque mio figlio a una scuola pubblica, perchè l'istruzione pubblica è un valore in cui credo e spero davvero che non sarò costretta a cambiare idea.
    in realtà quello che mi spaventa (lo sto realizzando in questi giorni) è il passare da un asilo nido privato con una direttrice molto competente e con le palle, con delle educatrici stupende e sempre di buon umore, un posto bello e piacevole dove sei felice di poter lasciare tuo figlio, a una scuola in cui il rapporto maestre/bambini è bassissimo, e in cui non sai chi ti capita... credo che ci voglia molta fortuna, io come ho detto nella scuola pubblica voglio credere e cambiare idea sarebbe per me una grossa sconfitta.
    incrociamo le dita! ;-)
    PS: fai bene ad affrontare le cose man mano, è l'unico modo intelligente di farlo!

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...