"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

lunedì 20 dicembre 2010

Lallo... Lallo

Sabato abbiamo lasciato le belve ai nonni e siamo andati a comperare i loro regali di Natale... convinti, diretti e spediti...
Per Miriam una bella cucinina in legno, proprio perchè so la sua passione per impiastricciare e per imitarmi ai fornelli... e poi perchè l'aveva espresso esplicitamente nella sua letterina per Babbo Natale.
L'avevo già adocchiata da parecchio, mi era piaciuta tanto: primo perchè è tutta in legno, poi perchè è coloratissima e dulcis in fundo, perchè è compatta e piccolina, insomma adatta alla nostra casetta in miniatura dove a malapena entriamo noi, figuriamoci i giocattoli!
L'unica pecchetta, se così si può dire, è il prezzo... non certo economicissima... ma in fondo è di una marca conosciuta per bimbi in fatto di sicurezza e garanzia e questo è pure importante.

Insomma.
Nel marasma dei genitori ancora indecisi sul cosa fare, noi andiamo diretti su questo pacco, paghiamo e ce ne andiamo soddisfatti e contenti.
Ieri, mentre eravamo a casa parlando di Babbo Natale e compagnia bella, chiedo a Miriam: "Miri, allora... cosa è che volevi da Babbo Natale?"
E Miriam: "Lallo!"
Io: "Sì, Miri, è vero... un cavallo vero rosa... ma poi, che altro volevi?"
Miriam: "Lallo"... comincia ad alterarsi e ad alzare la voce come per dire: "allora proprio non capisci!"
Io: "Sì, ho capito, un cavallo... ma ti piaceva anche avere una cucina, vero? come quella che ha la mamma..."
Miriam: "No, lallo"
Io, sempre più afflitta... :"Ok, lallo..."... mi son ripromessa di tornarci sull'argomento dopo un po'...
Marco ha assistito alla scena e mi dice senza farsi sentire da Miriam: "Ok, torniamo indietro e facciamoci dare un cavallo" e io: "Sì, magari rosa e vero!"... mi pare un'esagerazione cedere così, poi magari tra 5 minuti cambia di nuovo idea e che facciamo!? Aspetto un po'... IDEA: chiamiamo i nonni che ancora devono comperare i regali e diciamoglielo a loro di trovare un cavallo vero rosa, no!? Figurati se non lo trovano!
E così facciamo.
Loro, ovviamente trovano un bel cavallo... non sarà vero, non sarà rosa, ma sicuramente è una meraviglia che lascerà Miriam a bocca aperta...
Ma non demordo...
Ieri sera, io ritorno sull'argomento: "Miri, è vero che hai chiesto pure una cucina a Babbo Natale?"
Miriam: "Shi"
Comincio a rianimarmi!
Io: "Bene! allora vuoi che Babbo Natale ti porti una cucina!"
Miriam: "NOOOOOO, LALLOOOOOOOOOO!"

No, non posso... non mi arrendo... oggi ci riprovo...

7 commenti:

  1. Anche noi abbiamo avuto seri problemi con il "Lallo". La Ciopola sembrava desiderare Cicciobello (e così senza pensarci troppo gliel'abbiamo preso), ma nel w.e. vedendo un depliant con i giochi, ha visto un Lallo e si è innamorata...sigh! Ormai è andata, ci affidiamo al buon cuore della "nonna" befana!

    RispondiElimina
  2. hihihihihi! tremenda! come ogni nano sotto Natale...

    RispondiElimina
  3. @Serena: ma anche noi eravamo così volubili?

    @RJ: dici che la loro tremendità si acuisce sotto Natale?

    RispondiElimina
  4. Mia mamma mi dice sempre che mia figlia è veramente un passo avanti rispetto a me (grazie!! ;-)), che alla sua età ero molto più tontolona e calma....eh! l'evoluzione della specie!

    RispondiElimina
  5. @Serena: anche mia mamma mi ripete le stesse cose... e aggiunge pure il fatto che lei riusciva a fare tutto in casa, anche se con due bambine piccole, cosa che io non riesco a fare... qui le cose sono due: o mia mamma è bionica, oppure io e mia sorella eravamo calme come due mummie!

    RispondiElimina
  6. ahahahah meravigliosa!

    anch'io voglio un cavallo rosa!!!

    baciuzzi

    RispondiElimina
  7. volubile come ogni donna che si rispetti! ;)
    no dai ti capisco, gnometto cambia idea nonostante la letterina ma l'ho stoppato dicendo "babbo natale già ha ricevuto la lettera, mi sa proprio che ti arriva la bicicletta" (comunque ogni volta che cambia idea vado nel panico!) un abbraccio!

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...