"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

lunedì 30 agosto 2010

Estate 2010

Cosa ricorderò di queste vacanze appena trascorse:
  • Le mattine ai giardini: sassolini infilati nelle scarpine, raccolta di foglie secche e pigne, pentoline piene di terra, amichette con vestitini colorati e collanine
  • Le dormite di Melania all'ombra di qualche albero secolare
  • le manine di Miriam nel ruscello e il volo che ha fatto la sua bambolina Lella nell'acqua
  • bocche sporche di gelato alla mora
  • baci e coccole nel lettone la mattina, dopo aver aperto la finestra sulla veduta di verde e alberi
  • la prima cacca nel vasino
  • gli interminabili giri sulle giostre e le trattative per convincere Miriam a scendere
  • la pizza bianca e il profumo del pane appena sfornato la mattina
  • i sughetti di pomodoro fresco e i frullati di frutta
  • le corse interminabili per cercare di riuscire a fare tutto in tempo prima che le belve si stranissero per la fame
  • la lettura e rilettura della favola di Biancaneve
  • le risate e i pianti
  • il tormentone dell'estate waka waka e i balletti di Miriam
  • gli occhi azzurri di Melania... che prendono la stessa sfumatura del cielo
  • i piattoni di pappa di Melania
  • i capitomboli di Miriam e le ginocchia perennemente sbucciate
  • le tonnellate di pannolini cambiati
  • le docce fatte nei momenti di tregua
  • le chiacchierate con mamma
  • Marco che torna dopo una settimana di lavoro a Roma
  • i lettini da campeggio che occupavano tutta la camera da letto
  • l'odore dei capelli delle bimbe
  • le espressioni di Miriam ad ogni nuova scoperta
  • Miriam e Melania che cominciano a giocare insieme
  • Miriam con la manina alzata in segno di protesta e rimprovero nei confronti delle moto che passavano sotto casa che facevano troppo rumore
  • Miriam e il suo applauso al termine di ogni suonata di campane della chiesa della piazza

Nessun commento:

Posta un commento

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...