"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

mercoledì 8 maggio 2013

Bimbi al Colosseo

Ebbene sì, ora non ce ne scappa nemmeno una di visita in giro per la nostra stupenda città... e non poteva certo mancarne il grande emblema: il Colosseo.

Miriam, come già dicevo tempo fà, conosce già un sacco di accenni dell'Antica Roma, grazie ad un progetto iniziato sin dall'anno scorso a scuola (una scuola materna che funziona davvero bene, ci tengo a sottolinearlo ogni qual volta ne ho l'occasione, perchè è una scuola pubblica, perchè credo fermamente nel pubblico, perchè quando è il "manico" che funziona bene, allora funziona eccellentemente tutto il resto, perchè la buona volontà e l'impegno di tante maestre deve essere almeno riconosciuto, in barba a tutti i tagli, a tutti gli sbeffeggiamenti, a tutti i soprusi che gli insegnanti devono sopportare, è bene e stra-bene ribadirlo finchè ho fiato e dita per scrivere! ... ok, sto divagando troppo... torniamo a noi...)

Appuntamento alle 16.30 di fronte alla fermata della metro B: Colosseo.
Pomeriggio caldo e assolato, perfetto per godersi una bella passeggiata all'aperto e per ammirare le bellezze della nostra città.
Bimbe eccitate e curiose (anche se inizialmente Melania pensava che il Colosseo fosse un dolce, o un qualcosa di mangereccio...)
"Mamma, andiamo a vedere il Colosseo?"
"Sì, Miri... lo hai disegnato talmente tante volte che dovresti riconoscerlo da sola appena arriviamo!"
E infatti, appena ci affacciamo dalla terrazza di fronte al Colosseo, lei sgrana gli occhi e rimane a bocca aperta: "Mamma, ma è grandissimo!"
Si vede che non se l'aspettava una cosa così... COLOSSALE!

Raduno.
Cartelline e materiale di rito, ormai.




 E si entra...


Le spiegazioni... e le domande...
Ormai Barbara, la guida, ci conosce bene e noi conosciamo bene lei, tanto che le bimbe non si voltavano più così tante volte indietro per vedere se c'ero anche io, e le stavano alle calcagna bevendo ogni singola parola usciva dalla sua bocca...


Abbiamo anche avuto un esempio dell'epoca degli antichi Romani di biglietto di ingresso per uno degli spettacoli del Colosseo: Numero della porta di accesso in numeri romani, luna o sole per indicare se era uno spettacolo diurno o serale e poi l'immagine dello spettacolo che si sarebbe tenuto...


 Poi riprendiamo il percorso e finalmente usciamo fuori, per vedere l'arena


 E questo è lo scenario che ci accoglie


Meraviglioso!

Questo era il posto dell'Imperatore, dove il sole non batteva mai, proprio per come era stato pensato...
E più in alto, lassù in cima in cima, in preda alle intemperie e senza riuscire a vedere un benemerito niente, era il posto riservato alle donne... sì, perchè i posti venivano assegnati in base alla scala sociale: l'imperatore, poi i senatori, i cavalieri, il popolo... e le donne...
bella sta cosa, eh!?!

E poi, guadagniamo un posto a sedere e ci mettiamo a lavorare!!!!
Coloriamo e riproduciamo l'arena con la sabbia e le immagini dei gladiatori e delle belve feroci!



Abbiamo pure usato la sabbia... questa è stata una delle attrattive maggiori per i piccoli visitatori!


Poi abbiamo ripreso il giro e ci siamo affacciati per vedere il panorama...



Il sole stava tramontando... e noi abbiamo salutato il Colosseo...
personalmente, immortalando negli occhi e nella memoria questa immagine...



Le nostre altre visite per Roma:


5 commenti:

  1. Che bello! Sto programmando una mini-vacanza a Roma con le bimbe in autunno, questi spunti mi saranno utilissimi!

    RispondiElimina
  2. Bello, bellissimo! Roma è sempre un posto splendido e ci vado ogni volta volentieri...peccato solo per la cortesia,che ho sempre trovato carente, e per il casino!
    Comunque, mi sembra una visita guidata prorpio speciale, per i bimbi...non sapevo esistessero!
    Quando il nano sarà più grande, ti contatterò per informazioni...mi piacerebbe proprio protarlo a scoprire la nostra storia dal vivo.
    Ottimo spunto!

    RispondiElimina
  3. Che belle iniziative, parteciperei volentieri!

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...