"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

mercoledì 21 novembre 2012

Mi voglio un po' bene

Da diversi mesi ormai, direi quasi 5, ho cominciato a seguire un regime alimentare un po' meno denso di schifezze e la qualunque, che riuscivo ad ingurgitare fino a poco tempo fà.
Questo perchè stavo lievitando un po' troppo, perchè non mi sentivo più me stessa, perchè il mio guardaroba faceva ormai pietà e perchè era ora di dire "basta"... boh, anche al colesterolo, volendo, eh!
Insomma, scuse non ne avevo più... poi mi son sentita incentivare anche da Marco e, spinta da lui mi sto facendo seguire, in maniera molto moltissimo "soft", da una nutrizionista, che mi ha già capito al volo.
Ha capito perfettamente che tutte le sue lineeguida non le sto seguendo alla perfezione, che di sgarri me ne concedo spesso e volentieri, ma che poi cerco in qualche modo di rimediare.
I risultati che lei sperava, non li ho raggiunti in questo periodo di "dieta", ma neanche sono andata tanto malaccio: ho perso 7 chili e mi posso anche ritenere quasi soddisfatta... lo so, la strada da percorrere è ancora lunga... almeno una decina di chili devo buttarli giù per tornare ad essere come ero prima di rimanere incinta di Miriam, ma ce la posso fare.

Ho provato nel corso del tempo a rimettermi in carreggiata, ma poi succedeva sempre qualcosa che mi faceva deviare dalle iniziali intenzioni e i chili continuavano ad aumentare in maniera invereconda!
Ora ho maturato un mio modo di tenere sotto controllo le mie voglie compulsive di cibo, sostanzialmente la mia dipendenza psicologica da cioccolata e schifezze varie, soltanto non pensandoci... e con tre marmocchi per casa difficilmente riesco a sedermi tranquilla e godermi una bella tazza di tè con biscotti, ma prima me li ingurgitavo lo stesso, anche al volo, solo per il gusto di farlo, senza neanche assaporarli, mandandoli giù senza neanche accorgermene e andavano ad accumularsi in qualche modo...
Ora mi son detta: no, adesso mi concedo qualche sgarro se e solo se riesco a godermelo con tutta calma... in pratica, questa calma non c'è quasi mai, quindi gli sgarri veri e propri si sono dilazionati di parecchio nel tempo.

Inoltre, questa mia nuova esigenza, ha fatto sì che riuscissi anche a trovare delle valide, validissime alternative alla voglia di dolce che ogni tanto mi prende... alternative sane e non troppo caloriche.

E poi...
E poi, udite udite (già so che chi mi conosce da anni non riuscirà a credere a quello che sto per scrivere)... ho cominciato anche a fare un po' di movimento, solo nel weekend, sia chiaro, ma l'ho fatto.
In pratica consiste in una camminata rapida di circa mezzora intorno all'isolato il sabato e la domenica mattina.
Mi sveglio, mi vesto, faccio una colazione rapida, abbandono la casa alla rinfusa, con marito e figli che ancora si devono rendere conto di quanto sta accadendo loro intorno e mi chiudo la porta alle spalle: niente borsa, niente telefono, niente di niente... io, la mia tuta e le scarpe da ginnastica...
E cammino.
Bello.
Ho cominciato ad apprezzare questa mia pratica, perchè mi permette di starmene un po' da sola con me stessa, anche soltanto per mezzora a pensare ai cavoli miei. Cammino e mi guardo intorno, mi faccio gli affari degli altri, ascolto i rumori che mi circondano... peccato che devo passare di lungo davanti a ben due pasticcerie che si trovano lungo il mio percorso... con quegli odori di zucchero a velo e panna che escono fuori, è una vera tortura, ma ce la posso fare...
Insomma... questo è un modo per non sentirmi troppo in colpa se poi si va a pranzo dalla suocera e mi mangio della lasagna, e, al tempo stesso, è un modo per fare qualcosa soltanto PER ME!
Perchè... io valgo!

4 commenti:

  1. Brava! Io amo camminare, mi permette di pensare e rilassarmi un po'! Vado a lavorare a piedi tutti i giorni perchè il tempo per la palestra non c'è.....almeno questo è un buon esercizio!

    RispondiElimina
  2. Ma anche io voglio la mia camminata mattutina!! Oltre che al fisico fa bene anche alla mente ... il problema è che i miei figli quando mi vedono uscire gridano come due aquilotti e vorrei evitare di svegliare tutti i vicini il sabato e la domenica mattina!! Brava :D

    RispondiElimina
  3. Che bello fai benissimo, bisogna ritagliare un pò di tempo anche per se stessi ad assaporare il silenzio attorno a noi e nessuna che ci chiama di continuo,almeno per me!

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...