"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

venerdì 20 maggio 2011

Torta al cioccolato per Marco e festeggiamenti

Ieri sera ho organizzato una cenetta per il compleanno di Marco.
Grazie ai nonni che hanno tenuto impegnate le bimbe per tutto il pomeriggio portandole a spasso e poi al parco, ho avuto modo e tempo di mettere un po' a posto casa e di organizzare la cena.
Sono molto soddisfatta del risultato e Marco ne è stato molto contento.
Son venuti anche Mariolla e Luca e per la prima volta in casa nostra è entrata Sofia, che è stata buonissima!
Miriam era felicissima di avere tutti quanti intorno a sè... ha coccolato Sofia, ha giocato con lo zio Yayo, ha mangiato, cantato "Tatti guli a te!", insomma... si è data da fare e ha fatto pure le ore piccole!
Melania era stanca morta dal pomeriggio trascorso a correre al parco e alle 20.30 già dormiva saporitamente, perdendosi il resto dei festeggiamenti... ma va bene così, si rifarà il prossimo anno!
Ringrazio tutti i partecipanti alla cena, sono veramente contenta che sia venuto anche lo zio Gianluca... dai che ti è andata bene, che ti sei pure riportato una bella fetta di torta per la colazione di oggi a casa, no?
A proposito di torta... Non potevo non preparare una bella torta super-cioccolatosa per il compleanno di Marco, no!?
Eccola qua... il mio capolavoro!

Ingredienti:


Per il pan di spagna:
150g fecola
100g farina 00 del Molino Chiavazza
3 uova
200g zucchero
250g ricotta
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale
100g di cioccolato fondente
2 cucchiai di cacao amaro
3 cucchiai di latte


Per la farcia:
200ml di panna
200g di cioccolato fondente


Per la bagna:
mezza tazza di latte
1 bicchierino di rhum


Per la decorazione:
1/4 di panetto di fondente bianco della Caramellandia
1 panetto di fondente cioccolato della Caramellandia

Tortiera usata: stampo a due fondi della Guardini da 24 cm
Procedimento:
Sciogliere il cioccolato fondente con il latte e lasciare stiepidire. Montare le uova con lo zucchero, quindi continuare a montare aggiungendo la ricotta. Unire il cioccolato fuso e amalgamare. A parte miscelare la fecola, la farina, il lievito, il sale e il cacao e versarli nel composto. Mescolare il tutto e versarlo nella tortiera ben imburrata e infornare in forno caldo a 180° per 30 minuti.
Sfornare e lasciare raffreddare per bene.
Intanto preparare la ganache di cioccolato fondente (questa ricetta è ormai collaudatissima e ottima!) e farla raffreddare.
Quando la torta è fredda, tagliarla a metà e bagnarla con la miscela di latte e rhum. Quindi farcirla con quasi tutta la ganache di cioccolato, lasciarne  un po' per ricoprire l'esterno della torta.
Quando la torta è ben ricoperta di ganache al cioccolato, stendere il panetto di fondente marrone e ricoprire il tutto. Decorare a piacere.
Ecco qua.




Con questo post partecipo al contest de "La Piccola Bottega dello Zucchero":


8 commenti:

  1. Golosissima!!! Questa devo proprio provarla!
    La mia dolce metà adora il cioccolato e mi sa che questa fa proprio per lui!!

    RispondiElimina
  2. Che bella bellissima, complimenti! Mi toccherà provare a farla.

    RispondiElimina
  3. è bellissima e credo buonissima! brava!! (come sempre!)

    RispondiElimina
  4. Grazie a tutte!!!!
    Provate a farla, è facile, non ci vuole molto... se ve lo dico io, FIDATEVI!

    RispondiElimina
  5. Auguri a Marco!!!
    E complimenti per questa mega torta, il cioccolato è sempre una scelta azzeccatissima!

    RispondiElimina
  6. ma no... non è un contest, è un concorso.... scherzo, semplice ma carina la tua torta, grazie mille per il tuo contributo e in bocca al lupo!

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...