"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

martedì 22 marzo 2011

C'era una volta... le favole di Marco

Ieri sera Marco ha voluto sollevarmi dal pesante e lunghissimo compito dell'addormentamento di Miriam, o, per lo meno, c'ha provato.
Il rito consiste nel cominciare a leggere insieme una favola, sdraiati sul divano e piano piano Miriam si rilassa, quando comincia a cercare la posizione giusta, le luci gradualmente si attenuano, fino a che si spengono del tutto, quindi la favola che si legge, va comunque avanti a memoria, giusto per non interrompere bruscamente il suono pacato della voce narrante, e per accompagnare dolcemente Miriam tra le braccia di Morfeo, molte volte, una volta terminata la favola, se mi accorgo che Miriam ancora non si è addormentata del tutto, comincio anche a enunciare il teorema di Pitagora oppure a elencare i numeri primi, o a fare la lista della spesa del giorno dopo, tanto fa lo stesso!
... ieri sera la favola della bella addormentata nel bosco ha subito notevoli stravolgimenti, dal momento che Marco non sapeva come andare avanti e appunto brancolava nel buio (è proprio il caso di dirlo!).
Infatti, la bella addormentata nel bosco, ad un certo punto è diventata la bella addormentata sul tramezzino... che poi mangiava un gelato al cioccolato dolce e un po' salato, tu gelato al cioccolato... e delle tre fatine, una all'improvviso era diventata cattiva perchè continuava a mangiare i tramezzini che un principe imperterrito portava di continuo alla bella principessa addormentata senza capire che per svegliarla c'era bisogno soltanto di un bacio e non di un tramezzino... e le fate se ne approfittavano perchè non avevano mai visto un principe così bello da vicino... e intanto mangiavano...
Sono curiosa di sapere il finale... chissà come andrà stasera?

9 commenti:

  1. Ma dai è una favola bellissima =) ! Consolati quando il mio nanetto più grande era più piccolo (vabbè che giro di parole!) per un periodo voleva che facessimo una nenia chiamando per finta tutti i parenti...anche se il nome che voleva chiamassimo di più era quello del nostro cagnolone =) !

    RispondiElimina
  2. Beh il fine giustifica i mezzi...
    Certo però questi principi moderni che con i tramezzini attentano alla dieta delle povere principesse addormentate, oh principe sveglia! serve un bacio, solo un bacio...smack. Hai presente?
    Scherzi a parte, bravo Marco!

    RispondiElimina
  3. @Tra le foglie: ma lo sai che spesso anche Miriam si ripete l'appello di tutta la famiglia?!?

    @Serena: bravo davvero!

    RispondiElimina
  4. Certo che però è una bella avventura per voi la notte...
    Io ho mille risvegli da sobbarcarmi tutte le notti, ma almeno vanno a nanna velocemente. Oddio, non so poi cosa sia meglio...

    RispondiElimina
  5. Boooh! Forse li fa sentire sicuri! Anche perchè quando il nanetto faceva così aveva proprio più o meno l'età della tua bimba!!!

    RispondiElimina
  6. @Slela: bella avventura, ecco, l'hai definita bene!

    RispondiElimina
  7. Bellissima!
    La bella addormentata eri tu??
    un bacino + un tramezzino... ti ci vedo, no?

    RispondiElimina
  8. @MMD: effettivamente, altro che baci... meglio i tramezzini!!! Ci credi se ti dico che poi mi era venuta voglia di tramezzino?

    RispondiElimina
  9. ahahahahah...bellissima questa favola!

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...