"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

martedì 14 dicembre 2010

Caro Babbo Natale, ora tocca a me...

Caro Babbo Natale,
è parecchio che non ti scrivo, in verità in questi ultimi anni non è che credessi più nella magia del Natale, ma poi, grazie agli occhi limpidi e ai sorrisi contagiosi delle mie due bimbe, sto cominciando a riprendere fiducia in te...
Ho già scritto la letterina dei miei desideri "materiali" al mio M-Babbo Natale... ora tocca ai desideri quelli grossi, quelli seri:
Vorrei tanto che le mie bimbe stiano bene e continuino ad essere felici come ora...
Vorrei la salute per tutte le persone a cui voglio bene...
Vorrei tanto essere sempre all'altezza della situazione, senza mai perdermi d'animo e senza perdere neanche le energie necessarie...
Vorrei tanto ritagliarmi del tempo per me, per le cose che amo fare, per mio marito...
Per il resto, non chiedo altro... ho già tanto, tantissimo... e se c'è dietro il tuo zampino (o chi per te), ti ringrazio!

Firmato: Micaela... quella che mangia tanta cioccolata e si lamenta di essere grassa... ah, ecco, dimenticavo... fammi perdere una decina di chiletti se puoi, grazie ancora!

PS: un'altra cosa molto ma mooooooolto importante: vorrei tanto che riuscissimo a vendere la nostra casetta per potercene comprare una nuova... non credi che stare in 4 in soli 50mq scarsi di casa sia un po' difficile?
So che non sei un agente immobiliare, ma so' anche che puoi tutto!!!


9 commenti:

  1. Ma siamo tutte ugualiiiiiiiiiii!
    Tutte a mangiare cioccolata e richiedere misure da pin up! Svergognatissime.

    RispondiElimina
  2. La Simo nel suo blog ha chiesto le tette a Babbo Natale, dai, facciamo una colletta! Offriamo al Babbone i nostri chili di troppo così potrà portare due bei meloni alla Simo!!! ;)

    Io mi offro volontaria...

    RispondiElimina
  3. @Rocciajubba: che piacere vederti qui!!!! E' vero... ci nascondiamo dietro alla scusa del "post-gravidanza" e invece siamo noi che proprio non riusciamo a mettere un freno alla nostra gola!

    RispondiElimina
  4. @MammaBradipo: Allora aspettiamoci che le nuove tette della Simo entrino nei Guinness dei primati!

    RispondiElimina
  5. beh ma... per essere sempre all'altezza della situazione, senza mai perdersi d'animo e senza perdere neanche le energie necessarie...

    la cioccolata è indispensabile!!!!
    firmato Seavessi che si strafoga di Lindor e dà la colpa ai furono ormoni gravidici.

    RispondiElimina
  6. @Seavessi: ecco, questa è un'altra scusa che accampo sempre pure io... ma nun regge più manco questa!

    RispondiElimina
  7. ah ah ah!!!Lo sanno anche i muri che voglio le tette. E non grandi, me ne basterebbero davvero due :-DDD
    Siete troppo miticheeeeeee!!!

    RispondiElimina
  8. Letterina bella quasi quanto quella delle tue bimbe.

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...