"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

lunedì 15 novembre 2010

Regressioni nello spannolinamento di Miriam

Non so cosa sia successo da una settimana a questa parte, sta di fatto che Miriam non ne vuole più sapere di usare il vasino, nè tantomeno mi avvisa più quando deve fare la cacca...
che cavolo le prende?
Prima ci passava intere ore seduta là sopra, leggendo, canticchiando, scarabocchiando, guardando i cartoni... e adesso proprio non lo vuole neanche più sentire nominare.
Quando mi accorgo che sta in queste faccende affaccendata, le chiedo se vuole il vasino... e lei terrorizzata mi risponde di no! Poi fa storie pure per essere cambiata, come se volesse starsene tutto il giorno con quel soave e profumato peso addosso...
Spero sia una fase passeggera e che si ritorni ai fasti di un tempo in fretta... altrimenti siamo veramente nella me##a!

7 commenti:

  1. Sono fasi che s'affrontano piano piano, anch'io non vedevo l'ora di toglierglielo, simo andati avanti un annetto tra progressi e regressioni varie, porta pazienza che prima o poi...

    RispondiElimina
  2. Ok, allora devo aprire un post su "come trovare la pazienza"... :o)

    RispondiElimina
  3. Allora, parto dall'inizio: Tia è nato stitico e ha fatto perette fin dal primo mese di età. Circa un anno fà, dopo giorni e giorni di tappo, dovetti intervenire, ahimé, e fu per lui una cosa abbastanza faticosa e dolorosa. Da quel giorno cominciò a trattenere la cacca per paura di sentire ancora male. Beh, so che non si dovrebbe fare, che è antieducativo, ma davvero volevo evitare di dovergli fare un'altra peretta e quindi ho cominciato a premiarlo ogni volta che faceva la cacca nel vasino o nel water. Ho appeso un foglio in bagno con disegnate delle caramelle. Ogni volta che Tia raggiungeva l'obiettivo colorava una caramella ed io gli davo una gommosa (che lui adora)e così ha ricominciato a farla tranquillamente. Dopo un po' di tempo gli ho tolto il foglio caramelloso dal bagno e non se ne è nemmeno accorto e non ha più nemmeno richiesto le caramelle. Non è che magari Miriam si è spaventata per qualcosa? Magari al nido?

    RispondiElimina
  4. Difficile dare consigli su un argomento che ammetto temere un po'.
    Ho rimandato tutto alla prossima estate, quando la Ciopola avrà 2 anni e mezzo...per il momento ogni tanto dice che deve fare pipì (intendendo la cacca) e qualche volta chiede di farla dentro al water con il riduttore. Forse potresti provare anche tu a proporlo a Miriam....è solo un'idea.

    RispondiElimina
  5. @Lizzina: quella della premiazione è un'ottima idea, anche dal post dell'altro giorno di MammaMoglieDonna l'avevo cominciata a prendere in considerazione, ma Miriam non è golosa a lei non interessano caramelle, biscotti... lei vorrebbe sempre pizza e supplì, direi che non posso darle un supplì ad ogni pipì andata a buon fine, no? Comunque... ci penserò su e qualcosa tirerò fuori.
    In ogni caso, effettivamente anche Miriam da una settimanella va davvero stitica, forse sente dolore e ha paura per questo...
    @Serena: anche io, in realtà, avrei voluto rimandare direttamente alla prossima bella stagione, ma avevamo iniziato più per gioco e curiosità l'estate scorsa e Miriam aveva gradito con piacere il cambiamento, fatto sta che aveva cominciato a fare la cacca solo nel vasino (cosa che ho trovato utilissima... per me cambiare un pannolino in meno, vuol dire fare davvero la differenza, in certi momenti, eh!). Vabbè... porteremo pazienza e vedremo cosa succede.

    RispondiElimina
  6. Succede Micky, ma passa anche. Forse puoi provare direttamente col water, magari prendi ispirazione anche dal libro che consigliavo io
    http://mammamogliedonna.blogspot.com/2010/11/corso-di-pipi-per-principianti.html
    Soldi ben spesi!

    RispondiElimina
  7. cara micaela anche io ono messa come te e noti che i nostri cuccioli hanno la stessa età forza e coraggio

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...