"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

giovedì 4 novembre 2010

Lasciami Gridaaaaaaaaareeeeeeee

Come dice Ligabue: Certe notti o sei sveglio, o non sarai sveglio mai!
Lasciatemi sfogare!
Sono reduce da una di quelle nottate in cui come riesci a prendere sonno succede qualcosa che inevitabilmente ti costringe ad alzarti.
Miriam ha svomitazzato verso l'1... ok, cambiala, sciacquala... butta la biancheria del suo lettino dentro la doccia (a questo c'ha pensato Marco, per la verità), mettila nel lettone... lei si abbarbica a me e non mi lascia molto spazio, stento a riprendere sonno... ma ci riesco.
Ore 3.15 Melania si sveglia... non so bene il motivo... comincia a frignare. Mi alzo, la prendo in braccio, la porto di là, ci accoccoliamo sul divano e lei ricade dopo un po' nel sonno, allora io, scomoda più di prima, mi rialzo, la prendo e la rimetto nel lettino, faccio per rientrare al mio posto al lettone, ma Miriam si è spaparanzata ben bene, ok, mi restringo ancora di più (per quanto possa essere possibile per me "restringermi"!). Crollo dal sonno ugualmente, nonostante i crampetti all'utero... ebbene sì... è pure uno di quei giorni, in cui, secondo le varie pubblicità, ti lanceresti dal paracadute, faresti la ruota e le capriole per aria... io invece mi sento uno straccio letteralmente, le palpebre pesanti, i capelli che non trovano una collocazione, pallida e gialla tendente all'itterico, in testa sento come i cocci di piatti rotti e nella pancia sento come se mi avessero infilzato delle alabarde spaziali e sono gonfia come una zampogna natalizia!
Ore 6.00 Melania si risveglia perchè stavolta ha fame... San Marco si alza e si occupa di lei, lasciandomi a poltrire altri 15 min a letto affianco a Miriam che dorme beata... ma il cervello ormai è in piena funzione: devo piegare i panni stesi, oggi Melania torna assolutamente al nido, devo preparare il suo sacchetto delle cose da portare, che c'è per colazione?chissà se Miriam ha la febbre... oggi mi ero pure prenotata una bella pulizia del viso, chissà se riuscirò mai ad andarci... ok, mi alzo!
E la giornata ha inizio.
Ora le bimbe sono al nido...
Voglio tornà a dormì!

7 commenti:

  1. Povera! Tutta la mia solidarietà... una che di notti in bianche se ne intende!

    RispondiElimina
  2. Povera!
    Mi dispiace per la nottataccia...!
    Grida pure, a volte aiuta!

    RispondiElimina
  3. AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. come ti capisco... solidarietà totale... ehi, ma ci sei, o ti sei addormentata sul computer??? ;-)

    RispondiElimina
  5. No, no! Non mi sono addormentata... anzi!
    Sono addirittura riuscita ad andare a fare la pulizia del viso, ora sono tutta arrossata, ma fresca e profumata come una rosa!!!

    PS: calma piatta dal nido, nessuna telefonata e questo è segno buonissssssssimo!

    RispondiElimina
  6. Avere dei figli è anche questo, resisti!

    RispondiElimina
  7. Beh una descrizione così chiara e limpida di "quei giorni" non l'avevo mai letta! :)

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...