"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

venerdì 15 ottobre 2010

Mica si può parlare solo dei successi...

... bisogna incidere nella pietra anche gli insuccessi, per poterne fare tesoro e andare avanti, anche per esorcizzare il senso di delusione e frustrazione che ne segue...
Mi sto riferendo al mio esperimento in cucina di ieri pomeriggio... un semi-disastro!
Avrei tanto voluto preparare dei panini dolci (tipo pangoccioli) per la colazione... avevo pure trovato una ricettina che non richiedeva tanto tempo (panini dolci) , soprattutto per la lievitazione, quindi credevo davvero facesse al caso mio...
eh... devo aver sbagliato qualcosa: innanzitutto l'impasto era troppo appiccicoso era più quello che mi si era attaccato alle dita (al muro, al tavolo, al pacco della farina, etc... etc...), che quello che poi ho effettivamente utilizzato, sporcando mezzo mondo e meno male che Miriam non si è accorta di quanto stava accadendo nell'angolo cottura, altrimenti ci si sarebbe tuffata a pesce sopra quella pasta incollata, quando poi ho deciso di aggiungere un po' di farina per asciugarlo, ne devo aver messa troppa e alla fine le pallette non mi si univano e si sgretolavano tutte...
Vabbè... mi son detta, in ogni caso provo ad infornare, metti che succede il miracolo?
Una volta in forno... devo aver sbagliato anche i tempi di cottura...
Eh sì, perchè nel frattempo mi sono accorta che Melania era pallidina, l'ho toccata: "O cavolo, ci risiamo, ha la febbre!"... ok, la porto in bagno, la cambio, le misuro la febbre: 37.8°, cazzarola e mo'? Mi attacco al telefono, sento Marco, poi sento i nonni, ci mettiamo d'accordo sul da farsi per l'indomani e dall'altra parte: "l'hai chiamato il pediatra?... ma come mai di nuovo malata ora? ... e adesso? ... ma non mangia? ... quando torna Marco?... quanto ha?... che le stai dando? etc... etc... " l'ansia ovviamente sale...
Intanto il tempo passa... e sti cavolo di panini stavano ancora in forno...
Il risultato, un mezzo disastro (anche se sono mangiabili, ci tengo a dirlo)... non possono certo esser chiamati panini soffici... ma diciamo che sembrano dei biscotti atipici sia per forma (una roba rotonda e schiacciata abbombata al centro), che per consistenza (croccanti fuori e morbidi dentro) e per sapore (non sono dolci come biscotti... un po' insapore in effetti...).
Mi è salito un nervoso incredibile: almeno sti panini potevano venire decenti no?! Quando tutto l'universo decide di darti addosso, proprio non puoi farci niente, eh!?
In ogni caso, Marco ha apprezzato ugualmente i miei sforzi... sant'uomo... sarà che mi ha visto davvero delusa, affranta, distrutta e del tutto scapigliata ricoperta di farina...
Miriam me li ha allegramente snobbati, ma questa non è una novità...
Per quel che riguarda me, diciamo che unendoli ad un pezzo di cioccolata fondente, gli ho dato un senso decisamente migliore...
Fatto sta che stamattina non abbiamo fatto colazione a casa e questo la dice lunga...
Ecco.
La foto... la risparmio... me sto a vergognà proprio...

7 commenti:

  1. Gli insuccessi capitano, ma non credo che sia stato quello il vero motivo di delusione, piuttosto la piccola di nuovo malata, mi sbaglio? A proposito come sta?

    RispondiElimina
  2. Sì, infatti... è proprio quello il mio motivo di delusione, è vero. Stamattina aveva ancora un po' di febbre... e poi tosse... e poi qualche scarichetta di diarrea... insomma... ci risiamo! Che cavolo! Spero solo che si rimetta in fretta, mannaggia!

    RispondiElimina
  3. Proprio in prossimità del w.e. acc...speriamo bene dai!

    RispondiElimina
  4. E del compleanno... Mi raccomando evitiamo contatti con la festeggiata!!!

    RispondiElimina
  5. e te pare facile?!!??! Tanto, per cambiare, oggi cominciamo l'antibiotico, per domenica andrà tutto bene, dai!

    RispondiElimina
  6. Dai, vedrai che quando starete tutte bene e sarete serene e tranquille, anche i panini verranno alla grande!

    RispondiElimina
  7. @Lizzina: aaaaah, allora è tutto collegato!!! Non c'avevo pensato!

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...