"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

mercoledì 29 settembre 2010

Lo streptococco VattelappescaQualchecosa

Ieri abbiamo portato Miriam dal pediatra, viste le ultime vicissitudini in fatto di salute, volevamo essere scrupolosi, anche se la febbre era ormai scomparsa da almeno 3 giorni e credevamo di avere la situazione sotto controllo, senza aver fatto uso di antibiotici, almeno stavolta!
E invece, ecco ripiombare lo spettro dell'antibiotico, stavolta, con somministrazione anche più prolungata... per colpa di uno schifosissimo streptococco che si annida nella gola della mia piccola Miriam!
Ecco perchè era particolarmente innervosita in questi ultimi giorni!
Oltre alla gola in fiamme, pare che questo streptococco porti anche dolori diffusi, difficoltà a deglutire, inappetenza, eruzioni cutanee e chi più ne ha, più ne metta.
Ovviamente si contagia per via aerea, quindi non è escluso che anche Melania se lo sia beccato (basta un semplice starnuto o una risata fatta nelle vicinanze, e siamo davvero spacciati), ma tanto sta sotto antibiotico anche lei, quindi dovremmo essere coperti!
Ovviamente ho avuto la terribile idea di mettermi alla ricerca in rete di questo streptococco e ne sono uscite di tutti i colori, mannaggia a me e a quando non mi attengo alle striminzite informazioni che fornisce il mio pediatra!
Il quale, alla mia domanda se devo o meno avvertire il nido di questa cosa, mi ha risposto: "E che dovrebbero fare? Chiudere definitivamente la scuola? Si tenga a casa quanto più possibile le bambine e non avverta un bel niente."
Aridaje!
E continua: "Questi nidi andrebbero proprio chiusi..."
Evvai!
E aggiunge: "E' proprio tutto il sistema italiano che non funziona affatto: non si può fare a meno di mandare i bambini al nido (finalmente l'ha ammesso!) perchè altrimenti i genitori perdono il lavoro, allora i bambini si ammalano e devono rimanere a casa, quindi i genitori sono in difficoltà e rischiano comunque di perdere il lavoro... bisogna cambiare tutto l'ordine delle cose, così non funzionerà mai."
Chissà, se si butta in politica il mio pediatra, tutto sommato, lo voto!
In ogni caso, se fossi la mamma degli altri bimbi che vanno a scuola con le mie, vorrei essere messa a conoscenza che sta girando questo tipo di batterio, quanto meno per correre ai ripari (quindi antibiotico... tanto per fare una cosa nuova), nel momento della comparsa dei primi sintomi, senza aspettare le degenerazioni che lo streptococco inevitabilmente comporta, oppure sono esagerata io?
Boh.
Fatto sta che ora siamo alle prese con sterilizzatore, misurini vari e boccette in giro per casa. E a scuola non ci si va per tutta la settimana. Ecco fatto.

4 commenti:

  1. Ahhh il terribile streptococco!
    Temo la riapertura del nido proprio per questo e tanti altri batteri e virus...

    RispondiElimina
  2. Mio figlio va al nido da quando aveva 6 mesi e si è sempre preso di tutto! Praticamente 1 sett. al nido e 2 a casa per tutto l'anno... Adesso ha iniziato la materna: dopo appena 10 gg... A CASA AMMALATO! Che facciamo? chiudiamo anche la materna? Ormai la prendo con filosofia (o almeno cerco, perchè l'imprecazione scappa sempre!!) e dal momento che lavoro, ho preso pure una baby-sitter che vedo con più frequenza delle maestre... In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  3. Si, forse dovresti avvertire, così se qualche bambino mostra gli stessi sintomi, le mamme sanno subito di che si tratta. Io vorrei saperlo.

    RispondiElimina
  4. mio nipote si e' potuto permettere di evitare il nido perche' aveva la nonna a disposizione e la mamma part-time. Risultato: a 3 anni e' andato alla materna ed e' stato male tutto l'anno, e proprio quell'anno e' arrivato il fratellino che si e' preso il primo antibiotico a 6 mesi....
    Mia figlia, anche se ho una baby sitter, preferisco mandarla al nido adesso finche' e' sola, si fa gli anticorpi e se un giorno arriva un fratellino, si ammalerà di meno...

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...