"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

mercoledì 19 dicembre 2012

Una calda coccola per merenda

Ci sono pomeriggi lunghi, freddi, casalinghi...
Ci sono pomeriggi in cui non vedi l'ora che casa ti si riempia di amici, di chiacchiere, di risate...
Ci sono pomeriggi in cui l'aspettativa è carica, perchè sai che uscirà fuori una cosa carina...
E così è stato qualche giorno fà, quando il calendario dell'Avvento diceva che sarebbero venuti Fili e Edo a giocare a casa, a cui poi si è aggiunta anche la cuginetta Sofia!
Per quella merenda ho preparato una mega torta variegata, che mi è riuscita benissimerrimo!
Ho superato me stessa... in realtà ho superato le dosi, ma questo ve lo spiego immediatamente.
L'ho poi accompagnata con un tè caldissimo forte, condito con succo d'arancia e una spolverata di cannella, che io stra-adoro, dovrei provare a metterla anche sulla pasta, chissà che ne viene fuori!

Per la torta, mi sono deliberatamente ispirata a questa ricetta del GattoGhiotto, ma ho fatto qualche variante qua e là...
La ricetta si basa nel raddoppiare le dosi, proprio perchè è come se si dovessero preparare due torte, una bianca e l'altra al cioccolato, per poi unirle insieme.

Ingredienti:
per la parte bianca
un vasetto di yogurt alla vaniglia
3 vasetti di farina
2 vasetti di zucchero
2 uova
1 vasetto d'olio di semi
1 bustina di vanillina
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
un goccio di latte

per la parte al cioccolato
200g di zucchero
3 uova
180g di farina
80g di cacao amaro
250g di ricotta
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
1 goccio di latte

Procedimento
Accendere il forno a 180°, in modo che sia ben caldo quando l'impasto è pronto.
Preparare separatamente le due torte.
Per la bianca: sbattere uova e zucchero, unire lo yogurt e l'olio e poi tutto il resto insieme (lasciare da parte il lievito e il latte, meglio aggiungerlo all'ultimo momento).
Per la nera: sbattere le uova e lo zucchero, poi unire la ricotta sempre sbattendo e poi tutto il resto insieme (lasciare da parte il lievito e il latte, per lo stesso motivo di cui sopra!).
Imburrare per bene uno stampo con bordi abbastanza alti.
A questo punto, in un bicchiere, mettere il goccio di latte e scioglierci dentro il contenuto di una bustina di lievito, quindi versarlo nel composto bianco, amalgamare per bene e fare altrettanto anche per il composto nero.
Seguire il procedimento descritto nella ricetta di Gatto Ghiotto per ottenere la variegatura, altrimenti fare un po' come meglio si crede, tanto esce sempre fuori maculata!
Infornare per circa 45 minuti, fare la prova stecchino!




Per il tè, è semplicissimo: basta preparare il tè bello bollente come al solito (meglio scegliere una qualità di tè abbastanza forte, senza troppi aromi particolari), versarlo in tazza, dopo di che, spremere mezza arancia, unire il succo nella tazza del tè e spolverare con cannella a piacere, lo zucchero si può anche omettere se le arance sono belle dolci!
Il profumo che si sprigiona è meraviglioso, provare per credere!
Sà di caldo, di buono, di Natale e di casa...



3 commenti:

  1. che bel dolcetto! se passi da me c'è un premio per te

    RispondiElimina
  2. Ciao! Volevo scriverti sotto il post della favola, ma questo post ha attirato la mia attenzione :9 Deve essere buonissima!
    E' stato un piacere illustrare la tua favola! Spero che le mie illustrazioni abbiano rispecchiato quello che avevi in mente tu! :)
    Buona serata!

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...