"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

sabato 8 dicembre 2012

Il nostro 8 dicembre

Tanto per cominciare e per portarci avanti con i lavori, abbiamo iniziato già da ieri ad addobbare tutta casa...


Il risultato è un alberello un po' più "chiatto" del solito, dal momento che ho lasciato fare alle bimbe in maniera del tutto libera...
Ho preparato l'alberatale già montato (grazie mille Marco per aver scoperto che alla fine era nella soffitta qui a casa, senza dover andare nel box della vecchia casetta!), con sopra già solo le lucine e poi ho messo davanti a loro due bustoni di palline e decorazioni varie... si sono sbizzarrite!


Melania voleva appendere anche un pacchetto di tic-tac... ma è mai possibile?!



La serata è proseguita preparando una squisita e morbidissima torta al cioccolato di Nigella, che consiglio caldamente a tutti, anche se è una bomba calorica, ne vale veramente la pena....
anche da cruda...


Poi, dopo una giornata così intensa, la mattina dopo, il biglietto del calendario dell'Avvento recitava: "Si va a fare la spesa con la mamma e poi, se si è brave, si va alla ricerca di Babbo Natale!!!!", dopo aver consultato opportunamente il sito del centro commerciale vicino casa e aver visto gli orari di questo simpatico vecchietto che, a mio avviso, è il solo e autentico Babbo Natale in circolazione, non trovate anche voi?



E poi, passando, abbiamo incontrato il pandoro più grande che abbiamo mai visto: chissà quanto zucchero a velo è necessario per imbiancarlo tutto quanto!



E, come l'anno scorso, ci siamo incantate davanti ai siparietti con orsacchiotti e alberelli di Natale e decorazioni di ogni tipo...


E come perderci il laboratorio di lavoretti di Natale tenuto da delle simpatiche aiutanti di Babbo Natale?
Ovviamente abbiamo aperto le danze noi... con tutto quel materiale a disposizione, le bimbe sono impazzite di gioia e colori... (devo ricordarmi di avviare la lavatrice!)



E una volta tornati a casa... un bel pranzetto della festa, con un buon bicchiere di vino rosso, che con questo  freddo ci sta benissimissimo!


E il vitello tonnato di Natalia è stato un successone (Natti, non è un'eresia averlo cotto nella pentola a pressione per dimezzare i tempi, vero!?)



Uh, e dopo questa maratona... ora riprendo fiato...
che dovrò inventarmi domani?

8 commenti:

  1. no hai fatto benissimo io adoro la pentola a pressione... l'aspetto è attimo..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E non solo l'aspetto... non vedo l'ora di rifarlo che è stato spazzolato via tutto!

      Elimina
  2. Tutto questo in una sola giornata....mamma mia! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in compenso, oggi tutti a casa per tutto il giorno... ma non so cosa è più stressante, eh!

      Elimina
  3. Che bella giornata hai passato!!!
    Io ho lavorato tutto il giorno e oggi son talmente stanca che non ho voglia di far niente!!!

    RispondiElimina
  4. Ma che bello questo post, le tue bimbe sono carinissime, e anche il pranzetto non è niente male, complimenti e a presto!!!

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...