"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

mercoledì 31 ottobre 2012

Matilde e i sandwich al pollo

Quando: Ieri pomeriggio.
Location: cortile della scuola di Miriam.
Compagnia: mamma di Matilde, l'amica per la pelle di Miriam, manco a dirlo... pure l'amichetta con la "M" si è trovata, ditemi voi se non è coerenza questa, come si chiama allora???
Dialogo:
Io: "Dai, Miri, dobbiamo andare, adesso esce Melania da scuola, dai..."
Miriam: "No, mamma, ancora un altro minuto!"
Mamma di Matilde: "Dai, Mati, andiamo, che devo accompagnare tuo fratello in piscina!"
Matilde: "No, mamma!"
Cominciamo entrambe noi mamme a fremere, a guardare l'orologio, ad "ansiarci", le bimbe non ci degnano di uno sguardo, nè tantomeno di attenzione...
Che si fa?
Ok, dai, mi giro verso la mamma di Matilde: "Se vuoi, posso tenere io Matilde finchè tu stai in piscina con il grande, me la porto a casa!"
Vedo uno strano brilluccichio nei suoi occhi. Improvvisamente le si stampa addosso un sorrisetto sornione e poi mi dice: "Lo faresti veramente?"
(Oddio, l'ho detto?! L'ho detto veramente?! Io?? Oddio... credevo di averlo solo pensato, non di averlo detto!!!!!)
Prendendo il coraggio a 4 mani, faccio: "Ehm... sì...dai, che problema c'è? In fondo Miriam e Matilde sono grandicelle, ho un pacco di disegni da colorare a casa... che cosa vuoi che sia?!"
Comincio ad avere la tremarella.
Lei: "Sei sicura? Già ne hai tre... ti ci manca pure lei... "
Ormai sono in ballo e devo andare avanti... non posso fare un "moonwalk" all'indietro, anche se l'adoro...
"Ma figurati, è un piacere... e poi le bimbe sono felicissime!"
E' vero, così è stato, appena abbiamo comunicato loro questa nostra intenzione, ci sono stati urletti di gioia a non finire... e Miriam mi ha detto: "Mamma, come sono felice!"... è questo che mi ha dato benzina per andare avanti!
Ok, arriviamo a casa, per fortuna troviamo i nonni che son stati a badare a Massimo febbricitante tutto il giorno e si sono impietositi alla vista di me con questa nidiata di bimbi intorno, tanto che hanno deciso di farmi compagnia per una mezzora in più del previsto (grazie Signore, graaaaazieeeeeee!)
... dico solo che mia suocera quando ha visto entrare Matilde, mi ha guardato e mi ha chiesto: "E lei da dove esce fuori?"
Comunque, sono state tutte e 3 bravissime, hanno giocato, hanno colorato, hanno ritagliato, hanno canticchiato tranquille e serene...
Ed ero felice con loro anche io.
Ad un certo punto, hanno cominciato ad avere fame...
Eh lo sapevo io... tanto, mentre avevano il loro bel da fare, mi son portata avanti con il lavoro ed ho preparato al volo dei sandwich al pollo goduriosissimi...
dice: e come hai tenuto buono Massimo?
Ecco come... un contenitore di plastica, ha sempre il suo fascino, eh!


Così, abbiamo anticipato di una mezzoretta la cena, in modo tale che così anche la mamma di Matilde si è trovata la bimba già "cenata" senza troppo sforzo da parte di nessuno...
Il problema è stato convincerla ad andare via, una volta arrivata la mamma a riprenderla...

Vi lascio la ricetta, nel caso voleste preparare una merenda piuttosto sostanziosa per dei bimbi famelici o un pranzo da portare in ufficio o una cena fredda e veloce, da consumare davanti ad bel dvd o una partita...

Ingredienti
1 petto di pollo
pane in cassetta
1 cucchiaino di dado vegetale
1 ciuffo di insalatina mista
maionese q.b. (io ho usato quella allo yogurt)
succo di mezzo limone
sale

Procedimento:
Tagliare a cubetti il petto di pollo e lessarlo in una pentola con acqua e dado vegetale.
Una volta cotto, scolarlo (non buttare assolutamente il brodo, ma riutilizzarlo come meglio si crede... è ottimo e magro!!!).
Nel frullatore mettere i cubetti di pollo, un paio di mestoli di brodo, il succo di limone e la maionese, in base al proprio gusto.
Frullare il tutto fino a che diventa bello cremoso.


Lavare, quindi, e tagliuzzare finemente l'insalata.
Aggiungere l'insalata bella tagliata nella crema di pollo


Mescolare bene e assaggiare (nel caso, aggiustare di sale e/o maionese).


Riporre in frigo per far freddare per bene... ma io questo passaggio l'ho saltato, per mancanza di tempo!
Prendere delle belle fette di pancarrè e farcire!
Buon appetito!



Immaginate la reazione di quando hanno visto questi panini?


4 commenti:

  1. Veramente una temeraria...ma alla fine il tuo gran senso pratico (che tanto invidio ;-) ) ti ha tolto dai pasticci...grande Donna e grande Mamma! Smack!

    RispondiElimina
  2. Sei grande!
    Comunque ho notato anche io che quando viene a casa nostra un amichetto di Matteo, è tutto molto più semplice ed anche la piccoletta se ne sta con loro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio che BONO Massimo con quelle guanciotte!

      Elimina
  3. ottima ricettina!
    Da provare!

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...