"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

martedì 19 aprile 2011

Ho fatto i panini!!!!!

Era da tempo che volevo mettermi alla prova per fare il pane.
Era da tempo che gironzolavo qua e là sui blog di ricette varie per cercare ispirazione. Scartavo i procedimenti più complicati e lunghi, perchè davvero impossibili da attuare, per me. Scartavo quelli con ore e ore di lievitazione. Scartavo quelli che implicavano impastatrici professionali e anche quelli con troppa lavorazione e troppi passaggi... insomma, forse stavo cercando l'impossibile...
Lo sprone decisivo me l'ha dato il Molino Chiavazza spedendomi, tra le varie cose, anche un pacco di farina manitoba (fino a qualche tempo fa, avrei detto: "E che è!?")... insomma, un tipo di farina che va benissimo per le lievitazioni lente, che mantiene corpo ed elasticità della pasta... non potevo tirarmi più indietro, dovevo compiere il grande salto della preparazione del pane!!!!
Poi ho trovato diversi spunti (dal blog di Mamma Papera a quello del Criceto Goloso), ho unito il tutto... e sono venuti fuori questi panini.

Ingredienti per 9 panini:
300g farina manitoba del Molino Chiavazza
200g farina di grano tenero "00" del Molino Chiavazza
2 cucchiai abbondanti di ricotta sgocciolata
25g di burro mordibo
10g di sale
15g di lievito di birra
180g d'acqua
prosciutto cotto
scamorza a fette

Procedimento:
Sciogliere il lievito nell'acqua tiepida. In un recipiente capiente ho versato le farine, il sale, la ricotta, il burro morbido e ho cominciato ad impastare, aggiungendo un po' alla volta l'acqua con il lievito. Dopo aver impastato per circa 10 minuti (ho usato le fruste elettriche quelle adatte per impastare), ho coperto il panetto e l'ho lasciato lievitare per un'ora. Dopo di che, ho diviso il panetto in 9 palline, le ho schiacciate, l'ho riempite con del prosciutto e della scamorza, ho ricomposto le palline e le ho disposte ben distanziate sulla placca ricoperta da carta da forno, le ho coperte di nuovo e le ho lasciate lievitare ancora una mezzoretta abbondante (il tempo di fare il bagnetto a Miriam!!!), dopo di che ho infornato in forno già caldo a 180° per 25 minuti...

Che buono il profumo di pane in casa!





Hanno gradito parecchio tutti in casa, Miriam c'ha fatto pure colazione stamattina!!!!

Con questo post partecipo al contest la cultura del frumento del Molino Chiavazza:

11 commenti:

  1. MANI D'ORO!!! CHE BUONIIIIIIIIIIIIII

    RispondiElimina
  2. mmm davvero invitanti... a quest'ora però mettere quelle foto è una cattiveria!!! :-D

    RispondiElimina
  3. Che aspetto gustoso... ne mangerei una montagna ora come ora! *___*

    RispondiElimina
  4. Interno meraviglioso, mamma mia che fame mi sta venendo!!!

    RispondiElimina
  5. ma come mi ispirano..gnam gnam..ti faccio i miei uguri per una serena Pasqua!

    RispondiElimina
  6. Grazie a tutte per i complimenti, queste cose so' vere soddisfazioni, eh!

    @sly: grazie e auguri anche a te!!!!

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...