"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

lunedì 31 gennaio 2011

Ma perchè non si fanno gli affari propri?!?!?

Premessa: questo è un post decisamente non politically correct...
Fine della premessa.

INIZIO DEL POST POLITICALLY SCORRECT:
Ma perchè certe persone invece di dar fiato alle loro bocche, non si stanno zitte, oppure non si mordono la lingua o, se proprio gli scappa di parlare, non dicono ALTRE cose che non vadano a ROVINARE, se non a MANDARE A ROTOLI i miei piccoli tentativi di educazione della prole nonchè di mia sopravvivenza????
PERCHE'???
PERCHE'????
Un bel giorno, ormai era una settimana che Miriam non toccava più ciuccio e neanche lo nominava più tanto che stavamo quasi per cantare sommessamente vittoria, la nostra piccola grande vittoria... insomma, dicevo, un giorno... arriva un signore... che con le migliori intenzioni di questo mondo, non c'è che dire, HA MANDATO TUTTO A PUTTANE! E lasciatemelo dire come me la sento... perchè è così che è andata!!!!

Altro che storielle di favole...
altro che comprensione...
altro che: "teniamola impegnata, facciamo in modo che non ci pensi più..."
altro che: "usciamo un po', almeno stando fuori casa si distrae...."
MA PERCHE' NON SIAMO RIMASTI A CASA A MORIRE DI NOIA L'ALTRO POMERIGGIO?!?!?!
Almeno non saremmo andati incontro a guai più seri, no!?
E invece no!

Insomma suddetta persona, che non si è schiaffata in bocca una bella frappa incandescente o un pezzo di pandoro farcito con ogni grasso possibile ed immaginabile rendendolo davvero una prelibatezza... ha pensato bene di tirare fuori di nuovo l'argomento ciuccio mostrando alla mia spaesata Miriam una foto di una bimba dolcissima e piccolissima (la sua adorata nipotina) con in bocca un grosso ciuccio dicendole: "Vedi dove è andato a finire il tuo ciuccio? Ce l'ha questa bimba!"
L'HO O DI A TO!
E non sono servite occhiate fulminanti tra i presenti, nè i borbottii di mia mamma: "Fatelo smettere... cambiamo discorso... fatelo stare zitto..." a fargli capire che doveva PIANTARLA ALL'ISTANTE!
Miriam mi ha guardato come per dire: "Ma allora la storia delle fate è tutta una cavolata!?"
Oddio!
O MIO DIO!
E mo'!?!?
Facciamo finta di niente...
In quel momento il mio intestino si è aggrovigliato...
il pezzo di torta che stavo mangiando non so che fine abbia fatto nella mia pancia... non l'ho sentita scendere giù... forse ha preso un'altra strada... si è infilato all'altezza del gomito... oppure nella scapola... non saprei.
Mi sono ammutolita...
perchè non era il caso di urlare: "ZITTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!"
No, non lo era.

Il risultato:
PIANTI ISTERICI PER TUTTA LA GIORNATA DI IERI
NIENTE NINNE POMERIDIANE, il che ha aumentato di gran lunga anche la stanchezza e l'isterismo collettivo
CALCI E PUGNI E MORSI E SCHIAFFI a chiunque le si avvicinasse in questi momenti di impossessione demoniaca...
E tutto questo, ripeto, si è protratto PER TUTTA LA LUNGHISSIMA GIORNATA DI IERI.

Ringrazio il signore che non riesce a starsi zitto...
Non ci sarà, perchè non capiterà l'occasione, ma se un giorno ci potrà essere la mia rivincita... ah... sarà tremenda!
Penso che quella dolcissima e docilissima bimbetta della foto, la farò urlare dalla disperazione... inventandomi storie del tipo: Bimba... lo sai che i tuoi genitori ti hanno adottata?!?!? Lo sai che esiste il lupo cattivo e si nasconde dietro le tende della tua cameretta quando è buio ed esce fuori pronto a mangiarti quando prendi sonno? Lo sai che in realtà il topino dei denti, non è un grazioso topino dei cartoni animati ma è una terribile pantegana lunga quanto il tuo braccino e se ti morde ti vengono un sacco di malattie???? Lo sai che se vai al nido, c'è il serio rischio che tua mamma si dimentichi di venirti a prendere e rimani lì????
Ecco...

FINE DEL POST POLITICALLY SCORRECT!

19 commenti:

  1. altro che politically scorrect... ma gli hai almeno detto la sua, al simpatico signore?
    La bimba-con-ciuccio è incolpevole. Ma mi permetto di suggerire di andare sul sito di qualche azienda di quelle che vendono al telefono, chiedendo info a nome del signore in questione, e rimarcando che è meglio chiamarlo all'ora di cena.

    RispondiElimina
  2. No, non gli ho detto niente perchè non era il caso...
    E lo so che la bimba non centra niente... ma l'ho detto che era scorrect il post, no?
    naaaaaaa... troppo poco il disturbo che ti danno queste aziende che ti telefonano per promuoverti qualsiasi cosa... a meno che, non possano svegliarlo nel cuore della notte dicendogli che il suo palazzo sta per crollare e devono per forza evacuare...

    RispondiElimina
  3. GRRRRRR.....per me il cicuccio è storia vecchia di almeno 25 anni...ma sai come sono riuscita a troncare il rapporto ciuccio-3 figli?lo tagliavo proprio nel mezzo della ciliegia ,facevo vedere ai miei figli che era rotto,loro non si arrendevano e lo mettevano in bocca lo stesso,ma quella mezza ciliegia rimasta gli succhiava la lingua,spaventati erano loro a buttarlo...e da li' ...basta...niente ciuccio...prova cosi'...e con quel tizio...vendetta trasverale come ha suggerito l'amica precedente...auguri e...un baciotto alla tua bimba..buona giornata!!

    RispondiElimina
  4. scusa, ma perchè non gli hai detto nulla???
    Io dopo con calma (forse mooooooooooooolto dopo!) gliene avrei dette due o tre...
    Piccina Miriam....

    RispondiElimina
  5. @Makenia: sì anche io l'ho tagliato come dici tu... e mi ero pure inventata la storia che era stata la fatina del ciuccio... e lei c'aveva tranquillamente creduto senza neanche fare troppe storie...
    comunque abbiamo tenuto duro e il ciuccio non l'ha mica riavuto Miriam, eh... ci mancherebbe davvero!

    RispondiElimina
  6. @Imma: Eh... hai ragione... ma il fatto è che mi sono tappata la bocca per rispetto nei confronti di altre persone presenti...
    Troppo lungo da spiegare...

    RispondiElimina
  7. io gli avrei mollato un cazzotto in bocca all'istante... altro che rispetto, si sarebbe meritato un bel "non dire cazzate, ce l'hanno le fate" che faceva anche rima... ma certa gente perchè non se ne sta a casa propria!!

    come sta la cucciola? va meglio?

    RispondiElimina
  8. sì, ma scusa, questo è proprio un cretino! scusa la parolaccia, ma davvero mi sembra allucinante... magari pensava di essere anche simpatico?!

    RispondiElimina
  9. diciamo che va un po' meglio... vedremo stasera come andranno le cose...

    RispondiElimina
  10. caraaaaaa Miriam; ma questo signore è di una cattiveria inaudita! Io aspetterei che Miriam cresca un po' e gli farei rigare la macchina con un bella chiave!

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  12. La cosa più importante che tutti, ma proprio tutti, dovrebbero fare è collegare la bocca al cervello prima di parlare!!!

    RispondiElimina
  13. @Serena: GIUSTISSIMO!!!! Ma secondo me, davvero questo signore ha parlato a fin di bene... solo che non è un massimo esperto in materia... attendo che lo diventi quando la sua adorata nipotina crescerà un po'... è lì che, se capiterà, poi interverrò io!!!! ihihihihihi!

    RispondiElimina
  14. posso dire la mia? STRONZOOOOOOOOOOOOO
    ciao cara un abbraccio

    RispondiElimina
  15. Non ci posso credere....
    Avevi a pranzo mio suocero?
    No, perchè dal tenore della frase, poteva solo essere lui!
    Riesce ad inanellare una cazzata dietro l'altra, tutte di questo tipo....

    RispondiElimina
  16. @Mamma Papera: mah... non esagererei così... dico solo che faceva soltanto meglio a starsi zitto... o a parlare del tempo!

    @Ella: ahahahah! mi hai fatto morire dal ridere!!!!

    RispondiElimina
  17. io conoscerei un posto politicamente mooooolto scorretto dove invitare il sudddetto signore a ficcarsi il ciuccio ben intinto nell'olio piccante....;-)

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...