"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

martedì 7 dicembre 2010

Ma le bambine, stanno bene al nido?

Ieri, come accennavo nel post precedente, sono rimasta a casa con Miriam con una brutta congiuntivite, non avrei potuto portarla al nido in quelle condizioni, anche perchè non so neanche se si tratta di qualcosa di virale... il pediatra le ha prescritto un bel ciclo massiccio di antibiotici e amen!
Così, Marco ha accompagnato solo Melania al nido... lo stesso nido che frequenta anche Miriam.
Nel pomeriggio, non sapevo a chi lasciare Miriam e non avevo nessuno che sarebbe andato a prendere Melania a scuola, così andiamo io e Miriam al nido a riprendere la piccolina...
Credevo che la cosa di andare a scuola nel pomeriggio a riprendere la sorellina avrebbe fatto un po' "strano" a Miriam... e invece ha capito tutto al volissimo, quando da casa le ho chiesto: "Miriam, andiamo a prendere Melania al nido?", lei mi ha risposto con un enfatico: "Shiiiiiiiiiiiii!".
Poi ho capito il perchè...
Una volta giunte lì, Miriam è andata dritta al suo posto dove lascia il cappotto e il cappello, voleva spogliarsi per rimanere lì a giocare...
Ha visto la sua maestra che l'ha accolta con un abbraccio e tante coccole... lei ha sfoggiato il suo occhietto gonfio e ha fatto il pieno di attenzioni e di: "Poooooovera Miriam!"...
Visto che stava lì tutta contenta, ci siamo intrattenute una decina di minuti, anche perchè le ragazze non erano impegnatissime, erano intente a colorare delle renne di Natale per preparare i prossimi lavoretti dei bimbi e anche io avevo voglia di scambiare due chiacchiere con loro...
Dopo un po', dico a Miriam: "Dai, saluta tutti che andiamo".
Lei di rimando, viene incontro a me per darmi un bacio.
E io: "No, Miriam, non vado via solo io, vieni anche tu con mamma... dai un bacio a Manu che andiamo a casa".
E lei: "No io, tu shi, io no!"
Io: "Ah, io devo andare a casa e tu rimani qua?"
Lei: "Shi, io shi... Manu io"
Ecco...
Il prossimo che mi chiede se le bimbe stanno bene al nido e si divertono e chissà come le trattano, gli racconto sta cosa...

8 commenti:

  1. Mio suocero, nonostante questo sia il secondo anno continua ad interrogarsi e a interrogarmi (leggi rompere!) sul fatto che la Ciopola stia bene o meno al nido. La risposta è nella loro gioia e nel loro entusiasmo, tutto il resto sono chiacchiere!

    RispondiElimina
  2. Chissà perchè sono bastati 2 fatti di cronaca in 2/3 anni per far sì che ora tutti gli asili nido d'Italia siano dei campi di tortura...forse perchè non si parla mai delle cose belle e dell'amore con cui certe persone svolgono il loro mestiere!!! Propongo questo post sui una testata nazionale!!!!

    RispondiElimina
  3. @Mammabradipo: E' vero, grazie a Dio la maggior parte delle persone che svolgono questo lavoro, lo fa con vera passione e dedizione... Purtroppo nessuna testata nazionale pubblicherebbe una notizia del genere, perchè non ha del macabro-sensazionale-contorto. Troppo limpida, semplice e che sa di buono. No. Non funzionerebbe.

    RispondiElimina
  4. Che bello, sei davvero fortunata! Penso che ti abbia dato tanta tranquillità e serenità vedere quanto si trova bene :) Spero anch'io di trovare posti così per il mio Q, in futuro!

    RispondiElimina
  5. non sta bene, di più! :) anche gnometto è sempre andato volentieri al nido, e la loro serenità è la migliore risposta a tutti i dubbi che si possono avere! :)

    RispondiElimina
  6. Anche Fili oggi è rimasto a casa perché ha la malattia bocca-mani-piedi-vattelappesca ed era tutto triste che insisteva perché lo portassi al nido

    RispondiElimina
  7. O no! ci siamo passate anche noi, ricordi?
    Dai, è una rognetta, ma non è poi così lunga a guarire, presto Fili tornerà al suo tanto amato nido!

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...