"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

lunedì 27 settembre 2010

Il cubo di Rubik

E' un continuo cercare la soluzione a tutto... un continuo incastrare pezzi e tempi... esigenze e impegni.
Miriam e Melania stanno di nuovo a casa con malanni di stagione vari, ovviamente il finesettimana si è andato a far friggere, saltando una festa di compleanno del figlio di una mia carissima amica che non riesco mai ad incontrare (altro tassello del cubo che non vuole proprio saperne di andare al proprio posto)... pazienza!
Altaleno stati d'animo che vanno dal deluso-depresso andante al "DevoReagireAltrimentiNonSeNeEsceVivi"... e spesso mi rifugio nella credenza delle tavolette di cioccolato, giusto per coccolarmi un po' e per darmi qualche energia in più e mi ricarico.
Passerà... passerà tutto, prima o poi... bè, sarebbe meglio prima che poi, no?

L'abilità sta tutta nel fatto di riuscire ad individuare la priorità del momento, riuscire a mettere le cose in scaletta con il giusto ordine e cercare di rispettarlo quanto più possibile, fino a quando non emerge qualche altra impellenza non prevista che rimette il tutto in discussione e che prevede un riassetto della scaletta di cui sopra!
In aggiunta, se, però, tutto questo, viene fatto con mente non proprio lucidà e con facoltà mentali non del tutto obiettive, allora si rischia di intraprendere l'ordine sbagliato!
Talvolta non si riesce a formulare proprio questo ordine e i pensieri imboccano una strada senza uscita, senza soluzione.. un vicolo cieco insomma!
Presa dalle preoccupazioni dei malanni, dall'ansia e dalle mille domande talvolta mi ritrovo inebetita cercando di formulare una frase di senso compiuto e rimango impantanata nelle sabbie mobili del: "che faccio?" senza riuscire a far nulla e, soprattutto, perdendo del tempo utilissimo!

Sto cubo proprio non vuole trovare la propria soluzione... e ho paura che ci vorrà del tempo prima che diventi abile almeno ad avvicinarmici.
Peccato che non si possa "googlare" una soluzione... altrimenti lo farei!

2 commenti:

  1. Coraggio Micaela...passerà, vedrai, passerà!

    RispondiElimina
  2. glom... lo so che passerà... bisogna vedere se, giunta a quel momento, avrò ancora tutti i capelli in testa! :o)

    RispondiElimina

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...