"Mamma, lo so che ti scoraggi quando trovi le mie impronte su mobili e muri, rallegrati però perchè sto crescendo e rimarranno un ricordo solamente, perciò io ti regalo le mie impronte perchè tu possa un giorno ben lontano vedere com'erano piccole le mie mani al tempo in cui cercavano la tua."

lunedì 31 gennaio 2011

Il mio angolo

Approfitto di questo contest per parlare ancora una volta della nostra casetta

L'ho già raccontato diverse volte... di quanto è piccina e di quanto desideriamo trovarne una più grande per poter avere i nostri spazi, le nostre comodità...
Ma tutto sommato... ci stiamo ancora bene... e ognuno ha trovato modo di adattarsi...
Il mio angolo preferito, manco a dirlo, è l'angolo cottura... che è davvero un angolino piccino picciò... ma c'è tutto, non manca proprio niente, ho tutti i miei attrezzi e tutto quello che mi serve per spadellare e infornare... E' l'angolo in cui mi sento più a mio agio...
Ecco alcune foto e i dettagli di ciò che lo rendono unico... per me...


la cucina nella sua interezza

E questi sono i dettagli...

Ma perchè non si fanno gli affari propri?!?!?

Premessa: questo è un post decisamente non politically correct...
Fine della premessa.

INIZIO DEL POST POLITICALLY SCORRECT:
Ma perchè certe persone invece di dar fiato alle loro bocche, non si stanno zitte, oppure non si mordono la lingua o, se proprio gli scappa di parlare, non dicono ALTRE cose che non vadano a ROVINARE, se non a MANDARE A ROTOLI i miei piccoli tentativi di educazione della prole nonchè di mia sopravvivenza????
PERCHE'???
PERCHE'????
Un bel giorno, ormai era una settimana che Miriam non toccava più ciuccio e neanche lo nominava più tanto che stavamo quasi per cantare sommessamente vittoria, la nostra piccola grande vittoria... insomma, dicevo, un giorno... arriva un signore... che con le migliori intenzioni di questo mondo, non c'è che dire, HA MANDATO TUTTO A PUTTANE! E lasciatemelo dire come me la sento... perchè è così che è andata!!!!

Altro che storielle di favole...
altro che comprensione...
altro che: "teniamola impegnata, facciamo in modo che non ci pensi più..."
altro che: "usciamo un po', almeno stando fuori casa si distrae...."
MA PERCHE' NON SIAMO RIMASTI A CASA A MORIRE DI NOIA L'ALTRO POMERIGGIO?!?!?!
Almeno non saremmo andati incontro a guai più seri, no!?
E invece no!

Insomma suddetta persona, che non si è schiaffata in bocca una bella frappa incandescente o un pezzo di pandoro farcito con ogni grasso possibile ed immaginabile rendendolo davvero una prelibatezza... ha pensato bene di tirare fuori di nuovo l'argomento ciuccio mostrando alla mia spaesata Miriam una foto di una bimba dolcissima e piccolissima (la sua adorata nipotina) con in bocca un grosso ciuccio dicendole: "Vedi dove è andato a finire il tuo ciuccio? Ce l'ha questa bimba!"
L'HO O DI A TO!
E non sono servite occhiate fulminanti tra i presenti, nè i borbottii di mia mamma: "Fatelo smettere... cambiamo discorso... fatelo stare zitto..." a fargli capire che doveva PIANTARLA ALL'ISTANTE!
Miriam mi ha guardato come per dire: "Ma allora la storia delle fate è tutta una cavolata!?"
Oddio!
O MIO DIO!
E mo'!?!?
Facciamo finta di niente...
In quel momento il mio intestino si è aggrovigliato...
il pezzo di torta che stavo mangiando non so che fine abbia fatto nella mia pancia... non l'ho sentita scendere giù... forse ha preso un'altra strada... si è infilato all'altezza del gomito... oppure nella scapola... non saprei.
Mi sono ammutolita...
perchè non era il caso di urlare: "ZITTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!"
No, non lo era.

Il risultato:
PIANTI ISTERICI PER TUTTA LA GIORNATA DI IERI
NIENTE NINNE POMERIDIANE, il che ha aumentato di gran lunga anche la stanchezza e l'isterismo collettivo
CALCI E PUGNI E MORSI E SCHIAFFI a chiunque le si avvicinasse in questi momenti di impossessione demoniaca...
E tutto questo, ripeto, si è protratto PER TUTTA LA LUNGHISSIMA GIORNATA DI IERI.

Ringrazio il signore che non riesce a starsi zitto...
Non ci sarà, perchè non capiterà l'occasione, ma se un giorno ci potrà essere la mia rivincita... ah... sarà tremenda!
Penso che quella dolcissima e docilissima bimbetta della foto, la farò urlare dalla disperazione... inventandomi storie del tipo: Bimba... lo sai che i tuoi genitori ti hanno adottata?!?!? Lo sai che esiste il lupo cattivo e si nasconde dietro le tende della tua cameretta quando è buio ed esce fuori pronto a mangiarti quando prendi sonno? Lo sai che in realtà il topino dei denti, non è un grazioso topino dei cartoni animati ma è una terribile pantegana lunga quanto il tuo braccino e se ti morde ti vengono un sacco di malattie???? Lo sai che se vai al nido, c'è il serio rischio che tua mamma si dimentichi di venirti a prendere e rimani lì????
Ecco...

FINE DEL POST POLITICALLY SCORRECT!

La mia torta di compleanno

Adoro il cioccolato, meglio se si tratta di quello fondente, così mi son preparata questa torta di compleanno: un bel pan di spagna farcito e ricoperto di ganache di cioccolato, seguendo le indicazioni di cristallo di zucchero: ME RA VI GLIO SA!!!!
Ho sparso una manciata di smarties sopra, per dare un po' di colore.. e via...
Tutti hanno apprezzato!



Miriam mi aiuta a spegnere la candelina

venerdì 28 gennaio 2011

Miriam e lo smalto

Repentinamente Miriam ha deciso di voler giocare a fare la "grande", quindi vuole il rossetto, oppure vuole incremarsi la faccia o, ultimamente, vuole mettersi lo smalto alle unghie...
L'altro pomeriggio Peppy l'ha accontentata, anche perchè era incontenibile il suo nervosismo, si doveva cedere su qualcosa, così ha preso un tubetto di smalto mio vecchissimo e ha cominciato dapprima a usarlo come un colore su di un foglio bianco... e fin qui, tutto ok... poi ha cominciato a mettersi lo smalto sulle unghie (a detta sua), ma in realtà si stava dipingendo tutte le mani... un vero disastro!
Il tutto è terminato con sue grida altisonanti quando l'abbiamo presa di peso per pulirla e abbiamo fatto sparire la boccetta di smalto...
E pazienza! Tanta pazienza!
Ancora ci sono tracce di questo smalto rosa con i brillantini sulle sue unghiette e proprio stamattina una delle ragazze del nido le ha detto: "Miriam, ho visto che hai lo smalto..."
e Miriam: "Sììììììììì, io sìììììììììììììì!" tutta soddisfatta e contenta che la cosa è stata notata (come poteva essere diversamente?!).
Poi la ragazza si è rivolta verso di me e mi ha detto: "Ieri Miriam mi ha raccontato che gliel'ha messo il papà..."
Io avevo la faccia a punto interrogativo... è intervenuta direttamente Miriam dicendo: "Nooooo, papo nooooo... Peppy!!!!" e lei: "Eh, sì, papà... ho capito... " e di nuovo Miriam: "Nooooooooooo, PEPPY!"....
finalmente afferro il quiproquo: "Aaaaaaaah, no Manu, lei intende dire che gliel'ha messo la ragazza che ora viene a darmi una mano il pomeriggio... è Mary Poppins, detta Peppy!"...
Manu, ovviamente, ci ha preso per una famiglia di strampalati... mi sa che chiameranno i servizi sociali ad indagare...

Lasagne alla bolognese in cocotte

Per il mio compleanno non abbiamo fatto grandi cose... con Melania con un febbrone da cavallo e capitando in mezzo alla settimana, non si poteva fare niente...
Ma una cosa me la sono concessa: una bella lasagna per cena!!! E che cavolo!!!!
Volevo poi farla in modo originale e cercando di non mangiarne quantità industriali (causa dieta ed eventuali sogni di draghi volanti durante la notte per via di una digestione un po' laboriosa!)... così ho pensato di usare delle piccole cocotte che mi ha regalato la nonna Lilla... carinissime e colorate. Ho scelto quelle di forma rettangolare, perchè più facili da riempire con la sfoglia...
Il risultato è stato apprezzato anche da Marco... per lui va sempre bene una bella lasagna, anche a colazione!
Quindi ecco le mie piccole lasagne alla bolognese.

Ingredienti per 4 cocottine:
1 confezione di sfoglia per lasagne
1l di passata di pomodoro
3 hg di macinato misto
mezza cipolla
olio
sale
noce moscata
mix di formaggi grattuggiati
besciamella


Procedimento:
Preparare il ragù alla bolognese facendo soffriggere inizialmente la cipolla triturata in un po' d'olio, aggiungendoci poi la carne macinata e dopo qualche minuto il passato di pomodoro. Aggiustare di sale e coprire. Far cuocere per almeno un'oretta a fuoco lentissimo mescolando di tanto in tanto.
Verso fine cottura aggiungere una spolverata di noce moscata.
Comporre le lasagnette nelle cocotte alternando strati di sfoglia, ragù con besciamella e formaggi grattuggiati.
Infornare direttamente per una quindicina di minuti a 200°
Per evitare che la sfoglia faccia la crosticina, sarebbe meglio disporre le cocotte in una teglia più grande con un dito d'acqua al suo interno.. ma questo passaggio me lo son dimenticato!!!!

Una cosa da non sottovalutare è che si mangiano direttamente nel tegame in cui si cuociono, quindi ci son meno piatti da lavare!!!!



Con questa ricetta partecipo al contest di Dolci a go go

And the winner of the first M-Candy is...

Eccoci giunti alla proclamazione del vincitore del primo blog candy de "le M Cronache"...

Ovviamente non mi dilungo nel ringraziare tutti i partecipanti, numerosi e calorosi...
E ringrazio anche e soprattutto coloro che lavorano dietro le quinte: truccatrici, parrucchiere, costumisti, scenografi... e via discorrendo... senza di loro non avremmo mai e poi mai raggiunto questi livelli...
E non posso dimenticare l'importante supporto dei miei fan che mi sono sempre stati vicini e mi hanno dimostrato affetto anche nei momenti più difficili...

Ops... ho sbagliato discorso... questo è quello per l'eventuale vincita di un Oscar... o di un Telegatto...
mannaggia...
scusate...

Ok... torniamo a noi...

And the winner is....



SERENAAAAAAAAAAA!!!!!!!
Sono proprio contenta!!!!!

Ora, informazione di servizio per Serena: mandami una mail per spedirti il pacco e appena posso te lo mando

Per i curiosi e per i pignoli, ecco la classifica completa:

List Randomizer



There were 56 items in your list. Here they are in random order:


1. Serena
2. Streghetta
3. Handmadecreativity
4. Mamma Polpetta
5. igea
6. Imma
7. Piccolalory
8. MozAnna
9. Anna
10. Katialuka
11. GiusyTac87
12. Lizzina
13. Lidia
14. Asia
15. Sofia
16. ValeTork
17. Mami
18. Anto
19. Mamma Papera
20. Seavessitempo
21. Slela
22. Rocciajubba
23. Bimamma
24. Supermamma
25. Mamma Pig
26. Sissi
27. Lafamevienmangiando
28. Kriegio
29. Rosa Kreattiva
30. Federica
31. Kyrhy
32. Tsu
33. Eli-betta
34. Mamma Moglie Donna
35. Flawia
36. Floryfrancy
37. R
38. Cristiana
39. Sly
40. Pinkmommy
41. Makenia
42. Jessica
43. Ire
44. Angela
45. Mammabradipo
46. Polepole
47. Alessia
48. Marlene
49. Chiara C
50. Giusy
51. Mil
52. France
53. Vale
54. Nana
55. Carmen
56. Hegles
Timestamp: 2011-01-28 08:00:31 UTC

giovedì 27 gennaio 2011

Melania e la sua prima pagella

Questa è la prima pagella di Melania...
tutto procede bene, la bimba sta bene al nido (quando ci va... ), reagisce agli stimoli in maniera ottima, i progressi a livello motorio sono più che buoni... insomma, niente esami di riparazione a settembre!

Coloriamo...

Come si fa a trascorrere un fine pomeriggio uggioso, in casa, magari con qualche linea di febbre e nasi colanti, con noia e nervosismo galoppanti????
Si creano i colori!!! Meglio se è un bel rosso vermiglio che poi sembra che abbiamo sgozzato un maiale e ne stiamo facendo salsicce, no!?
Così, abbiamo mescolato un po' di zucchero a velo con del colorante liquido per dolci e il gioco è fatto... un bel foglio di carta grande... qualche precauzione a livello di bavaglini e maniche alzate e si dipinge tutta casa!!!!
Per fortuna c'era Peppy in casa a darmi una mano a contenere il dilagante estro delle mie piccole Matisse e Monet!

Un abbraccio

Ieri Mariolla mi raccontava che papà le era venuto in sogno: le stava preparando la torta per il suo compleanno come usava fare spesso...
Così, ieri sera mi son chiesta: "Chissà se stanotte fa questa sorpresa pure a me, papone... sarebbe bello..."
Spesso io e Mariolla abbiamo una certa sintonia sui sogni... capita che ci svegliamo la mattina e scopriamo di aver fatto sogni simili... è incredibile, ma è così...
Sarà che mi sono addormentata con questi pensieri.. non so... ma mi ha accontentato!
Tra un risveglio e l'altro a causa di Melania che ancora non sta molto bene, ho schiacciato diversi pisolini e durante uno di questi l'ho sognato.
Ci siamo abbracciati a lungo. Stretti stretti. Ho persino ri-sentito il suo profumo. Stavamo piangendo insieme...
Mi son svegliata con questa immagine vivida... con la sensazione di essere stata davvero di nuovo tra le sue braccia... ora sto bene.
Grazie papà.

E son 34!

Oggi: Tanti auguri a ME!
Avevo iniziato a scrivere un post che però non mi piaceva affatto: stava prendendo una piega lamentosa, di quelle solite... di quelle che solo le mamme sanno fare: elencare tutta una serie di punti che non vanno... di piangersi addosso...
Bene.
Ho cancellato tutto.
Perchè, sì è vero... son solo 34 anni, e me ne sento davvero qualcuno in più addosso... per via della stanchezza...
ma cavolo sono solo 34!!!!
E ho raggiunto traguardi invidiabilissimi.
Con la salute.
Con la famiglia.
Con il lavoro.
Con una situazione economica, non dico invidiabile, perchè non è così, ma per lo meno che ci consente un minimo di serenità...

Quindi davvero tantissimi auguri a ME!

PS: che crema antirughe consigliate?

mercoledì 26 gennaio 2011

Buon compleanno Mariolla!

Te li ricordi? I coriandoli che quell'anno invasero casa nostra per il nostro compleanno e che mamma ha continuato a trovare e a raccogliere fino a ferragosto?
E ti ricordi quando papà spostava i mobili della nostra cameretta e ce la faceva trovare tutta bella e addobbata quando tornavamo da scuola, pronta per i festeggiamenti?
E ti ricordi quando poi cominciavano ad arrivare gli amichetti e si faceva baldoria?
E ti ricordi le candeline sempre spente insieme?
E ti ricordi, poi, più grandicelle, si organizzava una pizzata con gli amici, oppure si festeggiava per locali, ballando fino allo sfinimento... il nostro compleanno era il momento più atteso da tutti, perchè ci inventavamo sempre qualcosa di nuovo da fare...
E ora che ci sono le bimbe, il nostro compleanno è un po' andato in secondo piano... ma tu sei sempre la mia sorellina... e anche se a breve diventerai mamma, rimarrai sempre la cucciola di casa, da coccolare, da proteggere e con cui fare a botte!!!!

La Torta di Peppy

Ieri pomeriggio Peppy è venuta con una confezione di ricotta per poter preparare la sua torta...
Tra le varie scenate isteriche di Miriam privata del suo ciuccio e le lamentele da febbre di Melania, Peppy è riuscita a prepararci questa torta: deliziosa davvero!
Non chiedetemi la ricetta... non credo che la sappia nemmeno lei, perchè dice che fa "a occhio" con gli ingredienti... (poi ditemi se non è magica!!!!)...
Fatto sta che pure con la cottura, non si è basata su orari e temperature varie, dopo un'occhiata e un paio di cambiamenti alle manopole del forno, eccola qua! La torta era pronta.
Cottura perfetta.
Profumo buonissimo.
Stamattina l'ho assaggiata per fare colazione (sì... lo so, dovrei essere a dieta, ma non chiedetemi di rinunciare al dolce la mattina, non ce la farei a carburare!!!!), morbidissimaaaaaa!!!!
Buona davvero.
Brava Peppy!

Ecco il nuovissimo portaciuccio!

Ieri è arrivato un pacchetto, ben confezionato... Destinato a me...
Calligrafia tondeggiante...
lo stavo attendendo con curiosità da un po'... eccolo tra le mie mani!
Lo apro e trovo una lettera... di quelle che non vedevo da secoli... una lettera scritta su un foglio a quadretti, ordinata, precisa... sempre la calligrafia tondeggiante... di quelle che ricordano i quadernoni del liceo... di quando cercavi di imitare i caratteri dell'amica che teneva sempre tutto in ordine, mentre tu pasticciavi di continuo!
E' lei! Cristiana... che mi invia il portaciuccio che ho vinto con i colori che mi ha fatto scegliere...
Ha anche creato due dolcissime mollettine.
Tutto confezionato con cura, attenzione e buon gusto... non c'erano dubbi in merito!
La ringrazio tanto!

martedì 25 gennaio 2011

Dal ciuccio al... ROSSETTO!


Ok... che sei diventata grande, Miriam bella... che ormai è venuta la fatina del ciuccio e che ora non lo vuoi più...
Ok... ora ti dai le arie e sei più nervosetta del solito... (non oso immaginare come diventerai quando avrai il tuo ciclo... che Dio ci salvi tutti quanti!!!)...
Ma addirittura... pretendere di mettere il rossetto prima di uscire da casa... mi pare un po' troppo azzardato come salto in avanti... no?!

I diritti naturali di bimbi e bimbe: 10 - LE SFUMATURE

E' sera. Stiamo rientrando a casa dopo una delle tante giornate trascorse io a lavoro e loro al nido e siamo in macchina.
Il cielo assume diversi colori...
Miriam: "Mamma?"
Io: "Sì?"
Miriam: "Cielo... è edde"
Io: "Sì, Miri, laggiù il cielo è verde"
Miriam: "Cielo è osha"
Io: "Sì, hai visto che c'è pure un po' di rosa?"
Miriam: "uuuuuu... è olla"
Io: "Sì, sì... persino il viola c'è!"
Miriam: "mmmmm..."
continua a guardare il cielo dal finestrino dell'auto e chissà a cosa pensa!
Miriam: "Mamma"
Io: "Sì?"
Miriam: "laaaaaaaa, laaaaaaaaaaa" indicando con il ditino verso un punto preciso...
guardo attentamente e vedo che è comparsa la prima stella...
Io: "Sì, Miri... quella è una stella... la vedi?"
Miriam: "Sì, sì... ccina"
Io: "Sì, è piccina perchè è lontana lontana... è bella, eh?"
Miriam: "sì, sì... tella... ciao ciao tella, io Miya"
Bene, facciamo le presentazioni!

E con questo, ho illustrato il nostro diritto alle sfumature, preso dall'elenco dei diritti naturali dei bimbi.

lunedì 24 gennaio 2011

Vecchi e nuovi amici

Davanti ad un muffin al cioccolato, una tazza di tè e una frappa croccante, abbiamo ritrovato un'amicizia che era andata un po' allentandosi a causa delle vicissitudini della vita.
Il destino ci ha fatto incontrare di nuovo e mai e poi mai ora vorrei riperderli!
Si tratta di una coppia di amici di qualche anno fa, con la quale, ai tempi (ancora non stavano neanche insieme), si condividevano zingarate, bravate e nottate in giro per la capitale, con i quali si scherzava, si facevano cavolate, si condividevano anche momenti difficili con leggerezza e spensieratezza...
Ci siamo ritrovati tutti quanti genitori...
Abbiamo conosciuto il loro bimbo: un nuovo amico, coetaneo di Miriam... dolce e bellissimo, amante dei dvd della disney pure lui e delle macchinine... con il quale le mie pesti hanno convissuto un paio d'ore serenamente e in compagnia.
Ci siamo ritrovati ed è stata proprio una bella sensazione...
il suono delle risate di un tempo... nel nuovo contesto.
Ci siamo confrontati come genitori... riscoprendoci più simili di quanto ci ricordavamo di essere!
Lei, tra l'altro, ha anche un bel pancione: aspetta due gemelli per marzo! La combriccola aumenta!

E già si pensa ad un'altra rimpatriata...

La fatina del letto

La fatina che vive sotto il letto ha aspettato che cadesse il ciuccio per appropriarsene e per mordicchiarlo!
Ce l'ha fatto ritrovare con la punta rotta!
Questo succede solo quando sa che il bimbo che dorme in quel lettino è diventato grande... poi glielo lascia mordicchiato... e lascia decidere al bimbo se continuare a tenerlo oppure no.
A Miriam ha fatto tanto schifo il ciuccio malconcio, tanto che non l'ha più voluto...

... e questo è l'inizio di una nuova era...
aspetteremo il ritorno della fatina del letto anche per Melania quando arriverà il momento giusto...
per ora... il dvd che impazza alla grande a casa è quello di Trilli, ricco di magia, polvere luccicante, fatine colorate e cose che lasciano a bocca aperta "Oooooooooooooooh!".

venerdì 21 gennaio 2011

Sorprese, soddisfazioni e piccole cose

Quando: Oggi, h 12.54
Dove: Ufficio.
Driiiiiiiiiiiiiiiiiiiiin..... driiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiin...
il cellulare, è Marzia!!! Che sarà successo? Oggi non deve mica venire...
Io: "Pronto, Marzia?"
Peppy: "Ciao sono Peppy!"
Io: "Sì, dimmi tutto."
Peppy: "Volevo solo ringraziarti delle belle parole che hai scritto sul tuo blog! Mi hai commossa!!!
Io: "Ehm... dai... per due sciocchezze... davvero... non devi ringraziarmi... sono io che sono stata fortunata ad incontrare te..."
Peppy: "No, no, non sono sciocchezze! Queste sono le piccole soddisfazioni che ti rendono felice! Grazie davvero! Siete una famiglia meravigliosa!"
Io (imbarazzata): "Grazie, grazie..."
Peppy: "Senti, oggi pomeriggio sul tardi siete a casa? Ho delle uova fresche da portare alle bimbe, passo al volo e gliele dai domani mattina, ok?"
Io: "Sì, alla solita ora siamo a casa... ti aspettiamo allora!"

Devo forse aggiungere altro?!

PS: non mi sembra che nel film, Mary Poppins facesse le uova!!!! Ok, la nostra Peppy non vola, non nasconde lampade da terra nella borsa, ma porta le uova fresche!!!!

Bach for my baby


Questa è la nostra colonna sonora del momento delle letture della buonanotte da qualche sera a questa parte.
E' un cd che raccoglie diverse opere di Bach selezionate apposta per rilassare i bambini.
Lo comprai quando ancora non era nata Miriam, avevo il pancione e mi era piaciuta la copertina... non che sia un'esperta in questo tipo di musica, nè che mi fossi informata a dovere in quel periodo... niente del genere.
Ogni tanto, quando Miriam era piccolissima, lo mettevo sù e vedevo che Miriam piano piano si rilassava e cadeva nel sonno...
poi questa abitudine è stata abbandonata... non so esattamente per quale motivo...
è stata ripresa qualche sera fa e ha funzionato di nuovo.
Anche al nido li addormentano creando un'atmosfera soft e tenendo di sottofondo una musica dolce e rilassante... Questo mi ha fatto ricordare di avere questo cd da qualche parte.
Recentemente, in una sera in cui Miriam non riusciva a trovare il modo di fermare il suo moto perpetuo, ho avuto l'illuminazione... così metto su il cd.
Miriam mi chiede indicando lo stereo: "Ninne io?"... ah, finalmente l'ha capito! Quasi esulto, ma non lo lascio a vedere: "Sì, Miriam, questa è la musica delle ninne". Lei, pacifica, prende la copertina di Hello Kitty, il libro degli aristogatti, si sdraia sul divano e aspetta che la raggiungo per leggere la storia.
Miracolo.
E' vero che la musica fa miracoli.
Da quella sera, ripetiamo lo stesso rito... e continua a funzionare.

No! Casetta nostra a quei due, NO!

Ieri sera un paio di uomini son venuti a vedere casa che abbiamo messo in vendita da un po' di tempo.
Sono entrati con un'aria poco rassicurante.
A primo colpo d'occhio ho pensato: "Mamma mia che viscidoni!" e la conferma ce l'ho avuta stringendo la mano a uno di loro (l'altro non si è degnato neanche di salutare!), molliccia... sembrava di aver stretto un pesce morto! Bleaaaaaah! Che schifo!
Le bimbe si sono ammutolite e li hanno fissati.
La faccia di Melania la diceva lunga: praticamente facevano schifo pure a lei!
Vabbè.... facciamo vedere casa (meno male che c'era l'agente immobiliare che spiegava tutto e che faceva la carina, perchè se avessi dovuto farlo io, li avrei cacciati di casa dicendo loro che si erano sbagliati e che non era questa la casa in vendita!!!!).
Dopo di che escono... e a mala pena mormorano un "Buonasera".
Chiudo la porta. Mi giro. Incrocio lo sguardo di Peppy (Marzia, la nostra Mary Poppins). Evidentemente avevo la faccia schifata e mi fa: "Che ne pensi?" e io: "Mi fanno schifo, non lascerei mai e poi mai la nostra piccola bicocca a quei due!!!! Tu che impressione hai avuto?" e Peppy: "La stessa tua... ".

No... non voglio lasciare la nostra piccola casa a quei due... no!!!!
L'ho detto anche a Marco, che mi ha risposto: "Che te frega?! L'importante è che ci danno i soldi e noi ce ne compriamo una più bella!".
Sì, ok... questo è vero.
Ma sentimentalmente, come si fa a lasciare la casa che tanto amiamo in mano a due come quelli?
Mi piacerebbe sapere che dentro ci sia una giovane coppia... o anche un single che la tiene carina come è adesso, qualcuno che ci tiene allo stesso modo... che se la viva in allegria... che la mantenga calda e accogliente... ecco...

Vabbè.... vivo nel mondo delle favole...
ma spero tanto che non si rifacciano più vivi questi qua!

giovedì 20 gennaio 2011

Remind: M-Candy. Ecco il premio!


Si avvicina lo scadere del mio primo blog-candy (per aderire seguite queste istruzioni)! Non immaginavo un'adesione del genere... siete davvero tantissimi e vi ringrazio tutti. Sto vedendo crescere piano piano questo mio angolino di pensieri e ne sono davvero orgogliosa.
Detto questo, passiamo alla "ciccia"!!!
Ho trovato un premio davvero carino!
Qualche indizio??? Non sono brava con gli indovinelli... vabbè, ci provo:

Utile e decorativo al tempo stesso
Da mettere in cucina
Può essere usato da tutta la famiglia

Dopo che MammaMoglieDonna ha indovinato di cosa si tratta... non mi rimane altro che pubblicare la foto dell'ambitissimo premio... eccola qua...


HABEMUS PART-TIME!


Dopo tanto aspettare...
Dopo tanto sperare...
Dopo tanto timore...
finalmente mi hanno appena comunicato che è stata accettata la mia domanda di richiesta del part time!!!!
Solo per 6 mesi però eh... non per i 3 anni massimi che avevo richiesto, ma vabbè, mi accontento, non ci lamentiamo, dai!
Ora si tratta di tutto un giro burocratico di fogli da firmare, timbri e moduli vari e uffici in cui andare... giusto per gradire! Ma lo faccio con le ali ai piedi!
EVVAI!

Abbiamo conosciuto la nostra Mary Poppins!

Giovane, ma non troppo.
Allegra.
Divertente.
Interessante.
Bella.
Che balla e canta.
Che si siede sul tappetone a giocare.
Che prepara pappe e torte (queste le voglio sperimentare al più presto, metti che riesco ad imparare qualcosa?!)
Che sa di trucco e parrucco (anche questo voglio sperimentare presto!).
Che mette in ordine.
Che parla di ogni cosa.
Che chiama i colori in inglese.
Decisa e dolce.
.... Che ha i poteri magici: Miriam non ha toccato il ciuccio in sua presenza!!!!
E' la nostra Mary Poppins-Marzia!!!! (Miriam la chiama "Peppy")
Già le voglio bene!

Melania è andata tra le sue braccia in un attimo e dopo 5 minuti di sguardi intensi si è aperta in un sorrisone contento e beato.
Miriam ha passato la sua fase di diffidenza iniziale, poi quando Marzia l'ha coinvolta in un gioco con le sue principesse, è scattata l'intesa!
Sono molto più serena adesso.
E non è cosa da poco!

La colazione delle sorelline

Miriam: piatto di fusilli in bianco con olio e pecorino
 Melania: latte e biscotti e qualche pezzetto di pandoro


 Quanto sono diverse, eh!?

mercoledì 19 gennaio 2011

Miriam: il corso di musica e la sua testardaggine

Dopo aver saltato il primo incontro di musica con il metodo Gordon al nido a causa della febbre, finalmente ieri Miriam ha seguito la sua prima lezione ed il risultato è stato davvero positivo. La sua educatrice mi ha detto che lei risponde benissimo agli stimoli e forse questo l'aiuterà anche nel parlare, visto che è pigra e testarda peggio di un mulo.
Talmente testarda che ieri, pur di non chiedere espressamente il pane, le ragazze non gliel'hanno affatto dato, dicendole che finchè non dice la parola "pane", che, fino a prima delle vacanze natalizie diceva tranquillamente, non glielo avrebbero dato. Lei, di tutta risposta ha incrociato le braccine, ha messo il broncio e si è ammutolita.
Sarà testardaggine? Sarà che si è offesa?
Sta di fatto che mi hanno redarguito perchè gliene dò troppe vinte e non la stimolo a sufficienza, di conseguenza lei si impigrisce e non si sforza più di tanto.
Che il linguaggio non sia il suo forte, lo si sa... da parecchio infatti parlo del miriammese come una lingua incomprensibile e strampalata... ma, nonostante tutto, ultimamente di progressi ne ho riscontrati parecchi.
Ok, mi impegnerò ad essere ferma e decisa un po' più spesso... anzi, un po' e basta, visto che non lo sono affatto.

A questo, poi, va aggiunto che le suddette educatrici mi hanno anche informato di cercare di toglierle il vizio del ciuccio quanto prima e di spannolinarla pure, visto che da settembre frequenterà la materna e lì non è che sono poi così indulgenti...

Fanno presto a parlare loro!!!!!
Miriam di per se farebbe pure tutto quanto all'istante... è che, molte volte, vedendo Melania, ritorna indietro e pretende lo stesso trattamento, quindi: uso del ciuccio, pannolino, essere imboccata, stare in braccio... etc...
Ecco cosa.
Inoltre, è stata assente dal nido per un periodo di tempo abbastanza lungo (quasi un mese) in cui è stata malata e viziata da me e dai nonni... senza seguire regole ferree e cercando di accontentare ogni sua richiesta...
E a questo va anche aggiunto il mio senso di colpa di stare lontana da loro per tutto il giorno, quindi per quelle poche ore serali che ci rimangono per stare insieme, non mi va di dettare leggi severe, di farle piangere e frignare... voglio solo coccolarmele...
Ma, a quanto pare, non sto facendo esattamente il loro bene... anzi...

Omeopatia. Si o No?

E' questa la domanda che mi attanaglia da un po' di tempo.
La causa, ovviamente, è il continuo ricadere in febbri, tossi e compagnia bella delle bimbe e la conseguente assunzione di antinfiammatori, antiepiretici e antibiotici a fiumi.
La cosa comincia a preoccuparmi...
Voglio dire: non è che le sto avvelenando con le mie stesse mani dando loro tutte queste medicine? Non è che poi alle lunghe il loro fisico si indebolisce e poi l'assunzione di tali farmaci diventa indispensabile per loro, perchè non riuscirebbero a reagire da sole diversamente?
Ecco... è questo il dubbio di fondo.
Quindi, mi guardo intorno alla ricerca di informazioni, di alternative.
Così ecco che sento il parere di mamme votate ai rimedi naturali e alle medicine alternative, tipo l'omeopatia, appunto.
Se qualche tempo fa mi avessero detto che poi sarei stata proprio io ad informarmi e a cercare di addentrarmi in questa materia, avrei riso in faccia al mio interlocutore dicendo: "So' scemenze da fricchettoni, figuriamoci! Mica vado in giro sbandierando l'amore libero e con il simbolo della pace dipinto sulle tette io! Lasciamo le mode new age a chi ha voglia di perdere tempo, basiamoci su dati concreti e veri!".
Infatti.
Non ho del tutto abbandonato quel punto di vista, nel senso che guardo ancora con scetticismo l'omeopatia e tutti i riti ad essa collegati (non bisogna toccare i granuli con le dita, nè con oggetti metallici, altrimenti perdono di efficacia... boh!).... però.... però ora mi incuriosisce.
Sarà che in tanti ne declamano i benefici e la risoluzione a tutti i propri mali.
"Da quando seguo l'omeopatia, non voglio dirlo, ma la bimba non si è più ammalata..."
"Da quando non gli dò più antibiotici... è rinato!"
Insomma... fanno pensare...
Dico, ma sono io una mamma degenere che vuole a tutti i costi avvelenare le proprie figlie?
Però... però...
Se poi mi affido ad un incompetente?! (e se ne sentono tante in giro di questi tempi!)
Se poi si va incontro a mali peggiori, perchè non curati bene i sintomi iniziali?
C'è persino chi si cura da solo, dopo aver letto quei manualetti che si trovano in libreria... sta cosa poi è da matti!
Sfido io a curare le bronchiti a forza di succhiare pallini... !!!!!
Non saprei.
Sono disorientata e preoccupata.
Vorrei poter trovare una soluzione.
Ho anche richiesto al mio pediatra, di cui ho piena fiducia, il suo parere in merito.
Mi ha spassionatamente detto: "L'omeopatia è validissima. Ma non per bambini al di sotto dei 6 anni il cui sistema immunitario non è ancora completo, sarebbe del tutto inutile nonchè dannosa, dal momento che non curerebbe un bel niente."
E anche questo è logico, no?
Insomma... sono qui che continuo a googlare.
L'omeopatia non si basa su alcunchè di scientifico. Non ci sono studi accreditati che ne dimostrino l'efficacia. Il principio su cui si fonda è quello di curare il sintomo stimolando l'organismo a reagire da solo e non sopprimendolo, come fa la medicina tradizionale. Ma, analizzando i farmaci omeopatici, di principio attivo ne contengono davvero poco, un quantitativo quasi irrilevante.
E qui possono partire disquisizioni in merito alla bontà di questi studi... ci saranno sicuramente degli interessi economici dietro e via discorrendo...
Possibile che ci sono famiglie intere che si curano solo con l'omeopatia e va tutto liscio?
Si tratta di fortuna? Si tratta di qualcosa di vero? Non saprei.
E' pur vero che se devi continuare ad assumere pilloline zuccherate ogni 15 minuti per 3 giorni per curare un raffreddore, non puoi venirmi a dire che ti è passato grazie all'omeopatia... ti è passato perchè si sa che il raffreddore dopo 3 giorni, passa!!!!

Sto cercando di mettere in ordine le idee.
Intanto, stamattina Miriam ha terminato il suo ennesimo ciclo di antibiotici.

Il Migliaccio di Lucia

Questo è un dolce delicato e delizioso, adatto anche per i più piccini (a patto che mangino già l'uovo), della consistenza di un budino, nutriente e fatto con ingredienti semplici.
Credo appartenga alla tradizione napoletana, terra ricca di questo tipo di leccornie.
La suocera di Mariolla, ottima cuoca e mamma strepitosa (ci sarebbe da aprire un capitolo a parte in merito...), ce l'ha fatto conoscere e ce ne siamo letteralmente innamorate.
Così, per la festa di Melania, Mariolla l'ha riproposto, sperimentando la ricetta.
Il risultato è stato ottimo, Melania ha gradito alla grande, tanto che se ne fa fuori delle fette intere, mangiando da sola!

Ingredienti:
mezzo litro di latte
300 ml d'acqua
350 g di ricotta
300/350 g di zucchero
4 uova
1 bustina di vanillina
180 g di semolino
30 g di burro
1 grattata di limone

Procedimento:
Far bollire latte ed acqua. Togliere dal fuoco e versare adagio il semolino. Girare finché non si addensa. Rimettere sul fuoco, aggiungere il burro, continuare a girare e far cuocere per 8/10 minuti. Togliere dal fuoco e lasciar raffreddare. Lavorare il bianco a neve ed i rossi con lo zucchero. Unire la ricotta, la vanillina ed il limone grattato. Aggiungere il semolino che intanto si è raffreddato, continuare a girare. Se ci sono grumi, fare con il frullino. Accendere il forno a 180° e lasciare per 50 minuti, finché non assume un color visone. Quando si raffredda, spolverare con lo zucchero a velo.



martedì 18 gennaio 2011

I diritti naturali di bimbi e bimbe: 9 - IL SILENZIO

Il nono diritto dei bimbi è quello al silenzio: ascoltare il soffio del vento, il canto degli uccelli, il gorgogliare dell’acqua...

Il silenzio del paese dove trascorriamo le vacanze estive


Il rumore del mare negli orari in cui non c'è nessuno


Lo spettacolo del viale dei cipressi del Carducci


La casa illuminata solo dalle lucine dell'albero di Natale


Le ninne di Miriam... quando era una cucciolina


Le ninne di Melania... qualche mese fa


Le mini girelle di cotto ed emmenthal

Sempre per la festa di Melania, ho preparato queste girelline di prosciutto cotto ed emmenthal, super facili, veloci e comode da mangiare! Senza considerare poi il profumo di formaggio che si spande per casa... da far venire l'acquolina in bocca...Le ho preparate proprio 10 minuti prima che arrivassero tutti e infatti gli invitati, man mano che arrivavano mi dicevano che c'era profumo di buono in casa! Altro che deodoranti artificiali e chimici...

Ingredienti:
1 rotolo di pasta sfoglia
prosciutto cotto a fette
fette di emmenthal

Procedimento:
Srotolare metà rotolo di pasta sfoglia. Disporre qualche fetta di formaggio e di prosciutto (consiglio: non esagerare con il formaggio, altrimenti durante la cottura fuoriesce). Arrotolare ben stretto. Tagliare con un coltello in tanti anellini. Disporre su una teglia foderata da carta da forno.
Ripetere il procedimento per l'altra metà del rotolo di pasta sfoglia.
Infornare in forno già caldo a 200° per una quindicina di minuti scarsi, in ogni caso, date sempre un'occhiata, quando cominciano a diventare belle dorate, spegnete.

Tartufini di cocco e mascarpone

Per il buffet della festa di Melania, mi sono affidata ad un forno di fiducia e all'aiuto di mamma e sorella, avevo paura di non riuscire a fare tutto quanto come avrei voluto, quindi, mi ero ripromessa che, se avessi avuto tempo, avrei comunque fatto qualcosa io... ci tenevo!
Così, qualche giorno fa, mi sono imbattuta in questa ricetta, e mi son detta: "Meravigliosa!!!! Dovrei farcela!!!!".
Così, domenica mattina mi son messa di buona lena a fare palline...
verso la fine della preparazione, quando ancora mi mancava di fare qualche pallina, Miriam smette di vedere il suo dvd degli aristogatti per venire a darmi una mano e ha combinato, nell'ordine:
- spiaccicamento di qualche pallina già fatta, facendola diventare una frittella
- ammalloppamento di pasta non di forma sferica, ma per lei lo era e pretesa di mangiarla all'istante, imboccando ora me e ora il papo... me so' fatta na panza de palline!!!!
insomma... questo è il risultato, dopo aver cercato di correre quanto prima ai ripari per non perdere tutto il lavoro fatto!



E' qui la festa????

Il resoconto della festa di Melania...
lascio parlare le immagini!





Il buffet colorato


I festoni



Miriam e il suo tramezzino
 

Mariolla alle prese con il suo migliaccio: delizioso!


I palloncini


Sofia!

Una piacevole nuova conoscenza


Le bimbe che giocano


La composizione di palloncini di Winnie the Pooh...


...che finisce tra le mani di Miriam



La prima candelina (ovviamente è stata spenta da Miriam!)
 


La torta
 

La M-Family



L'assaggio ufficiale della panna: "Quasi quasi mi lecco tutto il piatto!"



La festeggiata strizzata, sbaciucchiata e mordicchiata da tutti!
 

Un bel sorriso!
 Ringraziamo tutti i partecipanti... che con la loro presenza hanno reso questi festeggiamenti ancora più indimenticabili!

Pensieri e massime varie che ho fatto miei!

Affrontare il mare in tempesta su un guscio di noce, ma farlo mano nella mano, è più facile che non da soli..

Nella vita c'è SEMPRE qualcosa di meglio da fare che stirare. E se non c'è, bisogna lavorare sulla propria vita.

Quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.

Per cogliere tutto il valore della gioia devi avere qualcuno con cui condividerla (M. Twain)

L'amore per la lettura è uno dei regali più belli che una mamma può fare. (L. Salemi)

Dai uno sguardo anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...